venerdì 14 dicembre 2018

Recensione: "Dove finisce il cielo" di Katy Evans, finalmente torna in Italia la serie Real! Review Party

Buongiorno lettori,
come avrete avuto modo di leggere dal titolo oggi vi recensisco "Dove finisce il cielo" di Katy Evans che, finalmente, torna in Italia con la serie "Real", pubblicata inizialmente con la Piemme, con Newton Compton Editori. Se siete curiosi di sapere come ho trovato i nostri protagonisti basta continuare a leggere!!


Trama: Il vero amore può superare ogni ostacolo
Innamorata di Remington Tate, il campione di pugilato dei violenti incontri clandestini, Brooke sa che è necessario combattere per il loro amore. Stargli accanto come fisioterapista, infatti, l’ha resa più forte e più decisa che mai a non voltare le spalle al suo cuore. Remy è determinato a vincere il torneo e reclamare una volta per tutte il titolo a cui aveva dovuto rinunciare per amore di Brooke. Ma dopo un episodio in cui il disturbo bipolare di Remy esplode, il lieto fine non sembra più così scontato. Specialmente perché, quando Brooke scopre di essere incinta, lo stress dei combattimenti clandestini rischia di mettere la sua vita e quella di suo figlio in grave pericolo. Stare lontani significherà mettere il loro amore alla prova ancora una volta.
Un amore potente, imperfetto e reale che consuma completamente
Quando combatti per amore, lo fai fino in fondo.
Lo ammetto. Ho dovuto rileggere "Sei tu il mio per sempre", primo libro della serie che comunque si autoconclude, perchè erano passati troppi anni (tre circa) da quando l'avevo letto. Così l'ho riletto velocemente per ricordarmi di Remy e Brooke, dei loro alti e bassi, dei loro caratteri, della loro audacia. 
Dopo anni torniamo da Brooke e Remington, li ritroviamo praticamente da dove li abbiamo lasciati, la nuova stagione sta cominciando, sembra non siano passati nemmeno una manciata di giorni. 
Brooke è sempre la stessa. Ovvero, ogni sua parte del corpo pulsa di desiderio per Remy
Mentre Remy, beh lui è indomabile e incontrollabile. Nel primo libro avevamo scoperto che è bipolare, alterna quindi momenti di depressione fallimentare a eccitazione e forza. 
Entrambi stanno cercando di imparare ad essere amati ed a amare. Si ritrovano ad essere una coppia, e nessuno dei due sa come esserlo. 
Seppur il primo volume per me risulta imbattibile con la tensione sessuale, il lato oscuro di Remy ecc.. anche questo secondo volume della serie Real mi è piaciuto. È un libro che siamo abituate a leggere, per quanto mi riguarda, non ho trovato troppi colpi di scena, tutto è prevedibile, ciò non vuol dire meno bello. Sarà che aspettavo questa storia da anni, sarà che ho una passione per i pugili e gli sport romance, sarà che gli erotic romance sono il mio pane quotidiano, ma questa storia mi ha fatta sospirare anche se mi aspettavo molto di più. Negli anni le mie attese erano duplicate, ma cosa dico, moltiplicate ogni giorni che passava e che aspettavo la data di uscita. Per termini contrattuali, la Newton Compton, ha dovuto aspettare prima di pubblicare, ma sono felice che l'abbia fatto. La storia di Brooke e Remy meritava di essere raccontata in tutta la sua interezza. 
Non mancherà la sana dose di trash che compone questa serie di libri, alcuni fatti che accadranno in questo volume infatti mi sono sembrati molto sopravvalutati, ma non per questo non ho apprezzato lo svolgimento della storia anche se avrei preferito ci si concentrasse sul lato intimo (a livello emozionale  e caratteriale) dei personaggi protagonisti e non. 
La misura del tempo è ben scandita e la scrittura fluida.
Come nei migliori sport romance, non mancheranno i gerghi tecnici e le azioni sul ring. 
Le scene bollenti saranno molte (forse anche troppe secondo il mio gusto) e ben descritte, ho trovato anche il dirty talking più accentuato rispetto al primo libro.
Una storia con dei saliscendi.
C'è desiderio e ossessione nelle pagine. 
Ogni secondo che tu e io respiriamo, tu appartieni a me.

Ogni fantasia diventerà realtà. 
Leggere "Dove finisce il cielo" è stato come tornare a casa dopo una lunga corsa. 
È stato come annaspare in cerca d'aria, con i muscoli che tirano e la guance infuocate, eppure soddisfacente. 
Katy Evans è una delle regine del romance internazionale. E se amate il genere non potete perdervi i suoi libri. 
La fragilità di Remy traspare nelle pagine e la forza di Brooke viene trasmessa al lettore. 
Una marea continua di emozioni.  


Il mio voto:


Speriamo che la Newton non ci deluda e ci permetta di leggere anche gli altri tre libri della serie!
(3. Remy  4. Rogue 5. Ripped)





giovedì 13 dicembre 2018

Libri da leggere a Natale!

Buon pomeriggio, miei cari!
Il Natale è quasi arrivato, la casa si riempie di addobbi e di luci colorate, ci si appresta a comprare gli ultimi regali, a definire il menù per il cenone della Vigilia... Ma in tutto ciò, non sarebbe bellissimo poter leggere un libro a tema? Secondo noi sì, ecco perché, come avevamo già fatto per Halloween, oggi vogliamo consigliarvi alcuni libri che, secondo noi, sono perfetti per il periodo natalizio ;)





GINNY



Il romanzo che vi consiglio è Il castello tra le nuvole di Kerstin Gier, una scrittrice che adoro e che non mi ha mai delusa, con nessuno dei suoi romanzi. Questo, in particolare, è ambientato proprio a Natale, in un Hotel immerso nella neve che ricopre le alpi svizzere; la protagonista è spassosissima e la storia molto divertente. Perfetto per il periodo natalizio. Vi lascio QUI la recensione che ho scritto proprio qualche giorno fa.




LUNA




Questo Natale voglio proporvi un vecchio libro di John Grisham a tema natalizio. Coloro a cui piace il mistero non potranno non apprezzare la sua novella “ Fuga dal Natale “; da questo libro è stato tratto anche il film omonimo. Per una volta non ci sono omicidi ,ma comunque tanti misteri che, nelle notti fredde ed innevate di dicembre, ci stanno! Avventuratevi in una lettura differente dal solito, e poi, se vi è piaciuto, guardatevi il film!




SUSAN


I libri che consiglio di leggere a Natale sono quelli che ricreano l'atmosfera natalizia, ecco perché ho scelto due titoli (uno più recente e uno meno). "Natale a Puffin Island" di Sarah Morgan ci permette di sognare le atmosfere natalizie con risate e dolcezza. "Scritto sulla neve", uscito proprio pochi giorni fa, di Jenny Anastan, invece, ci propone una storia tutta italiana, piena di passione, amicizia e segreti. Un libro che mi è piaciuto molto e che consiglio!




VIRGINIA




Se posso scostarmi dall'ambientazione natalizia, direi assolutamente "Una ragazza come lei" di Marc Levy. Ho terminato la lettura qualche settimana fa, ma è una storia così bella che i protagonisti mi mancano.
LOTHIRIEL


Un bacio nella piccola bottega del tè di Caroline Roberts è uno degli ultimi romanzi che ho letto e mi ha inaspettatamente trasmesso la magica atmosfera e serenità del Natale. Questo è un periodo dell'anno che adoro, mi dona serenità e tranquillità anche in quelle giornate più stressate dalla vita quotidiana. Questo romanzo riesce a trasmettere le stesse sensazioni, trasportandoci in un pittoresco castello inglese, scenario di una dolce bottega del té e di romantici matrimoni. Un piccolo angolo di mondo che ho adorato da subito, nell'unione tra la dolce cucina di Ellie e le speranze delle celebrazioni che riusciva a creare. Una storia romantica, che riesce a trasmettere appieno la bellezza di questo periodo dell'anno e la capacità di rendere tutti un po' più buoni e felici.




JANE

 "Un regalo sotto la neve" secondo me è il romanzo perfetto da leggere sotto Natale. Il freddo, la neve, le difficoltà e le incomprensione tra Alex e Lochlan... Karen Swan vi delizierà con una meravigliosa avventura! Se foste interessati alla recensione completa e accurata potrete trovarla QUI









E voi? Avete da suggerirci qualche altro titolo a tema Natalizio? ;)










*Ginny*


mercoledì 12 dicembre 2018

[Recensione] Oltre le Nebbie del Tempo.

Buona sera cari lettori! 
Finalmente vi posso parlare, o meglio, recensire  “Oltre le nebbie del tempo”,  
un' opera che vi avevo già brevemente presentato in un precedente Blog Tour!


Recensione:

Innanzitutto devo lodare il team che si è impegnato a realizzare questo progetto, che ricordiamo, devolverà l’intero ricavato a Fondazione Telethon per sostenere la ricerca. Un proposito sicuramente ammirevole e decisamente un incentivo in più per acquistare il volume. 

Sono rimasta molto colpita nel vedere come 4 scrittori e 12 illustratori si siano uniti per realizzare un progetto così meraviglioso e, sopratutto, armonioso. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare infatti l’opera scorre fluida e naturale, non risentendo affatto dell’"elevato" numero di mani dalla quale è stata realizzata. Lo stile di scrittura è elaborato, ma non complesso, elegante e soprattutto misterioso. Per questo mi sento di fare i miei più sinceri complimenti a :Veronica De Simone, Madison Alyssa Johnson, Vy Lydia Andersen, Lara Nemain, Cristiano Ricci, Lucrezia Galliero, Beatrice Sammaritani, Carlotta Manzoni, Roberta Porpora, Donatella Inzerillo, Gabriele Maresca, Laura Di Giovanni, Maria Luisa Petrarca, Ninfa Bonanno, Claudia Fumagalli, Daniela Barisone .

I racconti, ventidue per la precisione, sono uno più bello dell’altro. Ovviamente per alcuni si può provare più simpatia o empatia rispetto ad altri, ma questo è soggettivo. Sono forti, allegri, tristi, e comprendono i più svariati argomenti: morte, rinascita, amore, odio, vendetta, giustizia, ingiustizia solitudine e tanto altro ancora. Sebbene siano tutti diversi tra loro e narrino ogni volta di personaggi differenti, caratteristica comunque è quella di mantenere la suspance fino alla fine e, in alcuni casi, la conclusione può risultare aperta a diverse interpretazioni. 

Misteri, intrighi, tradimenti, passioni e tantissimo altro sono contenuti in questo libro, allietato dalle splendide illustrazioni dei tarocchi. Esse infatti, una per ciascun racconto sono bellissime, di un’eleganza unica. Ho sempre avuto un debole per i volumi che includono delle parti illustrate al loro interno, ho sempre pensato che avessero una marcia in più e aiutassero il lettore a viaggiare con la fantasia, dando maggiore caratterizzazione a luoghi e personaggi.

Vogliate perdonarmi se la recensione è più corta del solito, ma ciò è dovuto in gran parte al fatto che mi è impossibile analizzare la moltitudine di personaggi che si vengono a conoscere durante la lettura, per quanto questi siano ognuno a modo loro interessanti e particolari.

Come alcuni di voi sapranno quando mi innamoro di un libro, sento l’esigenza di averlo nella mia libreria “fisica”, quella dei cartacei per intenderci. Vi dico solo quindi che ho apprezzato talmente tanto quest'opera fantasy da chiedere alle autrici di poter acquistare la copia cartacea. 

Consiglio vivamente la lettura a tutti coloro che siano in cerca di un tornado di emozioni.
Per questo il mio voto è:

Review Party "Tempesta di guerra" di Victoria Aveyard


Buon pomeriggio, miei adorati lettori.
Anche la serie di Victoria Aveyard volge al termine e oggi voglio parlarvi del quarto e ultimo volume della saga, Tempesta di guerra, e, più in generale, della saga stessa.


 
 
TRAMA
 
Mare Barrow lo ha imparato fin troppo bene quando Cal l'ha tradita, ferendola a morte. Ora, desiderosa di proteggere il proprio cuore - e di assicurare la libertà ai rossi e ai novisangue come lei -, è determinata a rovesciare il regno di Norda una volta per tutte e togliere la corona dalla testa di Maven. Ma non esiste battaglia che si possa vincere da soli, perciò, in attesa che i rossi si preparino a insorgere, Mare è costretta a fare fronte comune proprio con il ragazzo che le ha spezzato il cuore. Solo così potrà forse riuscire nel suo intento e sconfiggere colui che l'ha quasi distrutta. Perché lei, insieme agli argentei, i potenti alleati di Cal, e alla Guardia Scarlatta, ha nelle mani una forza formidabile. Ma l'ossessione che guida le mosse di Maven è profonda e lui non si fermerà fintanto che non avrà di nuovo dalla sua parte Mare, anche se questo significa demolire tutto - e tutti - lungo la strada. La guerra è ormai alle porte e ciò per cui Mare ha lottato finora è in pericolo. Sarà sufficiente la vittoria per far cadere i regni argentei? Oppure la ragazza che controlla i fulmini sarà costretta per sempre al silenzio? Nel capitolo finale della serie di Victoria Aveyard, Mare dovrà finalmente abbracciare il suo destino e chiamare a sé l'intero suo potere, perché a questo punto tutto dovrà essere messo alla prova. Ma non tutto sopravviverà...
 
 
RECENSIONE
 
 
Siamo arrivati alla fine di questa serie, iniziata nel 2015 con Regina Rossa. Sinceramente non so se esserne contenta o meno, da un lato sono felice che sia terminata perché non mi piace avere serie in sospeso, dall'altro sono un po' triste perché non leggerò più di questo mondo.
Il mio rapporto con questa quadrilogia è stato decisamente complicato; Regina Rossa mi piacque tantissimo, ma rimasi profondamente delusa da Spada di Vetro che trovai incongruente, incoerente e con personaggi scritti davvero male. Poi, è arrivato Gabbia del Re che ha risollevato le sorti della serie ai miei occhi, infatti, l'ho trovato scritto molto bene e anche, dalla seconda metà in poi, abbastanza interessante. E arriviamo, quindi, a Tempesta di guerra, il capitolo conclusivo, che, per quanto mi riguarda, è stato il più bello dei quattro libri. Quello che mi è piaciuto di più di quest'ultimo romanzo, è l'alternanza dei PoV che ci permette di conoscere meglio i vari protagonisti, i loro pensieri, i loro obiettivi e le loro ideologie; Mare, Evangeline, Iris, e qualche volta anche Cal e Maven (e Cameron, ma solo nel terzo libro). Penso che, in un fantasy politico, come questo, sia necessario conoscere le diverse fazioni, in modo tale da farsi una propria idea di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. In questo, Victoria Aveyard, mi ha ricordato George Martin, con la differenza che noi sappiamo già, fin dal principio, chi ha ragione e chi no (nei libri di Martin tutti hanno ragione e tutti torto, invece).
Purtroppo, però, non ho amato particolarmente i personaggi di questa serie. Trovo Mare, seppur coraggiosa e forte, una ragazzina ingenua, che non sa sfruttare la posizione in cui si trova a suo vantaggio, e anche, a tratti, arrogante. In Tempesta di guerra migliora un po', ma comunque non è un personaggio di cui serberò un bel ricordo. Così come Cal, il principe Tiberias Settimo della dinastia Calore; lui proprio non lo tollero; indeciso dall'inizio alla fine, non sa con chi stare, cosa fare, quali sono i suoi obiettivi e, anche quando, nell'ultimo libro, capisce cosa vuole e fa, finalmente, una scelta, dal mio punto di vista, è quella sbagliata. Neanche Iris mi è piaciuta, l'ho trovata la classica ragazzina ignorante tutta muscoli e niente cervello; il suo PoV è importante per la storia, me ne rendo conto, ma a me non è andata minimamente giù. Ho adorato, invece, Maven ed Evangeline. Maven mi è piaciuto molto perché, pur non condividendo i suoi princìpi e la sua ideologia, trovo che sia l'unico a sapere cosa vuole davvero e che, a costo di raggiungere quello che si è prefissato, sia l'unico a non guardare in faccia niente e nessuno; penso sia il personaggio scritto meglio. Ed Evangeline mi è piaciuta principalmente per lo stesso identico motivo.
Victoria Aveyard scrive bene, e questo non lo si può negare; mi piacciono le sue descrizioni e le introspezioni, anche se avrei preferito ci fossero più dialoghi, ma questo è soggettivo. Ma vorrei muovere alcune critiche. La prima riguarda il modo di raccontare le battaglie che, in quest'ultimo libro, sono moltissime. A mio parere, la Aveyard non riesce a scrivere queste scene, proprio non ce la fa; mi è capitato spesso di dover rileggere, più volte, uno stesso passaggio per capire cosa stesse succedendo, e questo raramente mi capita, nonostante io legga molti libri pieni di battaglie o di scene di combattimento. La seconda critica è a proposito di alcuni passaggi della storia; alcune cose che succedono le ho trovate davvero troppo facili, tanto che continuavo a ripetermi "dai, adesso c'è un colpo di scena; coraggio, vedrai che succederà qualcosa di inaspettato" e, invece, non succedeva niente; non so, ho trovato troppo facile e prevedibile la risoluzione di alcuni problemi. I colpi di scena ci sono, ovviamente, ma certe cose sono state un tantino banalizzate.
Il finale mi è piaciuto molto, devo dire, l'ho trovato perfettamente coerente con la serie e l'ho decisamente apprezzato, ma non vi dico altro perché sarebbe spoiler.
Quindi, mi è piaciuta questa serie? Complessivamente direi di sì; nel totale le darei 4 stelline, come voto. In particolare, Tempesta di guerra, è stato sicuramente il mio preferito, nonostante i personaggi. Se vi piace Game of Thrones, e volete qualcosa di simile ma più leggero, vi consiglio questa serie. Di sicuro non è una delle mie preferite, ma è stato comunque un bel viaggio.
 
 
Voto a Tempesta di guerra:
 
 
 
Voto a Regina Rossa:
 
 
 
Voto a Spada di Vetro:
 
 
 
Voto a Gabbia del Re:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Voi avete letto questa serie? Cosa ne pensate? ;)
 
 
 
 
*Ginny*
 

Recensione: "Love Burns" di Mandi Beck, Caged Love #2 [Review Party]

Buongiorno lettori, 
se come me stavate aspettando questo secondo volume con ansia... è giunta l'ora della recensione! 
Infatti, per fortuna dopo pochissimo tempo dall'uscita del primo volume "Love Hurts" Mandi Beck torna con il secondo libro della dilogia "Caged Love" "Love Burns" sempre grazie alla Quixote edizioni. 


Trama: È il mio nome, ma è anche ciò per cui combatto. Per Frankie.
Sono un combattente. Addestrato per mantenere sempre alta la mia difesa. Per anticipare e vedere il prossimo colpo in arrivo. Quello che non mi aspettavo era che il suo passato ci piombasse addosso.
Sto per prepararmi a due delle lotte più importanti della mia vita. La mia ragazza e la cintura. So che sono in grado gestirlo, poiché non ho mai smesso di combattere per questo. Ma cosa fai quando la tua vita, il tuo amore, viene minacciato e non puoi essere lì a difenderla? Puoi solo chiudere gli occhi e pregare con tutto te stesso che lei sia abbastanza forte per uscirne indenne.
Sono andato in guerra per lei. Ora è il suo turno combattere per noi.

ALLERT
Possibile spoiler se non avete letto il volume precedente. I volumi sono strettamente legati.

Vi ricordate come li avevamo lasciati? Il primo volume ci aveva letteralmente (almeno per quanto mi riguarda) lasciati con il fiato sospeso. 
Francesca è faccia a faccia con il suo ex, la persona accusata delle sue percosse che l'ha fatta finire in coma. 
Per fortuna, Deacon riesce ad essere lì in tempo. 
Da questo momento in poi, la storia prenderà una piega che non mi ero aspettata. Crimini, segreti e stranezze riempiranno le pagine, fino a condurre il lettore in una direzione di pensiero che lascia il dubbio che trova. Mi sono ritrovata ad ipotizzare qualsiasi cosa, fino a non indovinarne nemmeno una!
In questo volume oltre che queste scene piene di ansia e segreti, vedremo il rapporto tra Frankie e Deacon essere più stabile e rassicurante per entrambi. Riuscendo finalmente tutti e due ad accettare l'amore reciproco che li lega.
La relazione però, non sarà certo semplice, e segue un filo altalenante. Se nel primo volume Deacon mi era piaciuto proprio per la sua determinazione a voler conquistare Frankie, in questo l'ho trovato troppo geloso e troppo insicuro per un maschio "Alpha" come ci era stat prospettato all'inizio. 
Francesca invece in questo volume mi è piaciuta di più. Dimostrando di essere determinata e combattiva. Intelligente e sensibile. 
La storia sarà da tira e molla, ma sempre con un amore e un sentimento profondo che traspare dai protagonisti. 
Indie si riconferma uno dei personaggi secondari più ben caratterizzati. È spassosa e intelligente. Testarda e caparbia. Spiritosa e autoironica. Un'amica fedele e leale. Una persona che Deacon non si sarebbe aspettato di avere dalla sua parte all'inizio del primo volume, ma che sarà indispensabile per entrambi. 
Le scene sono bollenti e da bollino rosso. 
A circa il 70% sono rimasta scioccata, non sapevo se volevo continuare a leggere oppure chiudere il kindle. Fino a quel momento il libro mi era piaciuto, così ho raccolto il coraggio e sono andata avanti... e quello che c'è stato dopo, quando ho chiuso il libro ho capito che quel 30% era necessario, tutto era troppo "dolce" c'era bisogno di quel dolore e quell'ansia per farmi amare questo libro.
Questo volume è sicuramente un libro più introspettivo rispetto al primo che era tutto un fuoco di passione e desiderio. In "Love Burns" invece, vedremo affrontare ai protagonisti conflitti interiori determinati dalla fiducia, dall'amore e dall'ossessione. È anche più carico di ansia, ancora si sanno troppe poche cose su quello che è successo a Francesca quel giorno... non mancheranno però le scene hot come piacciono a noi.
Chi ama gli erotic romance e gli sport romance non può perdersi questi due volumi!


Il mio voto:



martedì 11 dicembre 2018

Segnalazione: "Into the dream" di Alycia Berger

Buongiorno lettori, 

oggi vi segnalo un'uscita recente, si tratta di "Into the dream" di Alycia Berger, un'autrice self che abbiamo già incontrato in passato e che rivedremo presto...



Titolo: Into the Dream - Quando l'amore è sacrificio 
Autore: Alycia Berger  
Editore: Self publishing 
Pagine: 311
Genere: Contemporary romance - Urban fantasy 
Data di pubblicazione: 9 dicembre 2018
Prezzo: 0,99 euro  (promozione di dicembre) in ebook -prossimamente in cartaceo.
Store: Amazon, Kobo, Play Store, Apple Store e principali librerie italiane on line

Sinossi: 

Newport, Oregon, 1998
La vita di Chase Runner, guida turistica presso l'Oregon Coast Aquarium, viene irrimediabilmente capovolta quando in un tragico incidente stradale la sua ex moglie perde la vita e sua figlia diventa cieca. 
Decisivo si rivelerà l'incontro con un'orca dai comportamenti tutt'altro che ordinari e una sirena giunta sulla Terra per riprendersi ciò che le è stato sottratto. Tuttavia, Isabelle non è una semplice sirena, e la verità che lei cerca di nascondere porterà entrambi a una scelta.

Un'intensa e struggente storia d'amore sospesa tra la vita e la morte, tra un'insidiosa realtà fatta di complotti e una fantasia alimentata da leggende e creature bizzarre.
Ogni storia ha qualcosa da raccontare, Into the dream parla di un amore che è anche sacrificio.


«Isabelle!» 
«Che c'è?» gli chiese spazientita. 
«Ti proibisco immediatamente di pensare un solo istante di più a quell'uomo. È un umano!» 
«Anche io sono umana!» ribatté l'altra piantando le mani sui fianchi.


Biografia:
Alycia Berger vive a Milano e ha 25 anni. Amante folla lettura, scrittura, disegno e videogiochi, Alycia si impegna attraverso i suoi libri a trasmettere messaggi di speranza affrontando i temi poi disparati che riguardano la realtà di oggi, senza scordare di far ridere e sognare.
"Vicino a te ritorno ad Amare" è il suo esordio, pubblicato prima in self nel 2016 e poi nel 2017 con la casa editrice Lettere Animate, nonché vincitore di un concorso internazionale svoltosi a Milano. Pubblicherà con la Butterfly Edizioni un altro libro nel 2019.

«Allora è questo che devi dirmi, Isa. Tu che cosa desideri realmente, al di là delle tue paure?»
«Il mio desiderio?» ripeté lei.
Alle ultime sillabe la sua voce si fece flebile e mozzata, come se una mano invisibile si fosse insinuata avida in gola per afferrarle le corde vocali e stringerle in una morsa, impedendole di aggiungere dell'altro. O forse era semplicemente la risposta che, intrisa di speranze e desideri, non aveva fatto i conti con una verità amara, tortuosa, da lei stessa mal concepita, e che ora si trovava incatenata all'interno di un tunnel esattamente nel punto dove esso stava terminando. Proprio come lei, che vagava ormai da tempo prigioniera di un corpo del tutto scollegato dalla sua anima lungo la sottile linea di confine tra la realtà e l'eterno, senza riuscire a oltrepassarla.
Trasse un lungo respiro, stando ben attenta a non incrociare lo sguardo indagatore di Chase, quest'ultimo in silenzio. Gli sorrise velatamente.
«E se non mi ricordassi più di te al mio risveglio?»
In risposta ricevette una dolce carezza sulla guancia.
«Ricominceremo dalle presentazioni, così potremo innamorarci di nuovo.»

lunedì 10 dicembre 2018

Review Party - Oltre l'infinito di Angela Contini

Bentrovati lettori, 
Oggi vi parlo dell'ultimo volume conclusivo della "Hunted series" firmata Angela Contini ed edita Newton Compton. 


Trama: 
È passato parecchio tempo dall’ultima volta che Dakota ha visto Jay, l’ibrido che genera il fuoco. Dopo aver combattuto fianco a fianco, condividendo ben più della lotta, l’aliena, che oramai si era rassegnata a perderlo per sempre dopo aver realizzato di amarlo, non si aspetta di rivederlo.
Quando accade, chiamati entrambi per compiere una nuova missione contro antichi e nuovi nemici, entrambi si rendono conto di non essersi affatto dimenticati. La passione è quella di sempre, l’antipatia anche, ma stavolta Dakota non è disposta a concedere più nulla a Jay e Jay non è disposto a cedere al desiderio di favola dell’aliena. Fino a quando un evento inaspettato non metterà in pericolo la vita di Dakota. 
L’ombra del nemico, questa volta umano, è spietata, e in un groviglio di eventi in cui Dakota e Jay rischieranno il tutto per tutto, anche il loro rapporto subirà drastici cambiamenti, che li porteranno a cambiare radicalmente il punto di vista sul loro complicato rapporto.

Angela Contini è stata una rivelazione e questa saga, fin dalle prime pagine mi è piaciuta moltissimo.
Dakota e Jay sono stati fin dall'inizio i personaggi che più mi avevano colpito, e finalmente leggeremo la loro storia! 
"Le persone rotte non sono mai facili da aggiustare e io non sono solo rotto, ma anche difettoso."
Dakota combatte i suoi fantasmi, le sue paure e i ricordi. La regina dei ghiacci, come l'abbiamo conosciuta, si sta sciogliendo. Ce ne eravano già accorti nel secondo volume della Hunted series, ma in questo volume vedremo il fuoco divampare nella sua anima e nel suo cuore e sciogliere le barriere. 
Jay si corrode nella sua vita lontano da tutto. Quando all'orizzonte c'è una nuova missione è pronto ad iniziare.
Dakota per Jay è l'unico essere che riesce a farlo cedere all'emozione. Forse, per entrambi è sempre stato così. 
La curiosità e l'impazienza prevalgono e spingono Dakota dritta tra le braccia di Jay, saranno baci o cazzotti? 
"Jay è stato come un temporale improvviso nella mia vita, uno di quelli che pensi non ti coglierà impreparato se esci quando le nuvole si stanno ancora addensando."
La forza, la caparbietà di Dakota, questi suo lati sono quelli che l'hanno contraddistinta da sempre nella serie. Una personalità nata per combattere, per essere un eccellente soldato.
Tutti i protagonisti come sempre sono ben caratterizzati. Devo ammettere che ho da sempre un debole per Jay, quindi vedere realizzata questa storia è per me già un successo. 

La scrittura dinamica che si contraddistingue, che porta la firma indelebile della Contini, con i pov alternati hanno saputo conquistarmi e trascinarmi nelle pagine. 

La rabbia li avvicina, tirando fuori i loro veri sentimenti, il meglio e il peggio dei loro caratteri.

Questo libro, il terzo della serie, a mio parere è il più bello. Non so decidermi se sia per Jay e Dakota che mi hanno affascinato dall'inizio o per la loro storia tormentata. Due caratteri che ho amato, una storia che fa da sfondo ad un mondo non molto lontano dal nostro, una passione che brucia. 

In "Oltre l'infinito" c'è la giusta quantità di romance, umorismo e fantasy. È un libro che consiglio a chi si sta approcciando al mondo fantasy e/o al mondo romance. 

Il mio voto:




Recensione "Il castello tra le nuvole" di Kerstin Gier

Buon pomeriggio cari lettori, cosa state leggendo di bello?
Io ho appena terminato l'ennesimo splendido libro di quest'anno, Il castello tra le nuvole di Kerstin Gier.


 
 
TRAMA
 
Che diciassette anni sia un’età meravigliosa lo dice solo chi li ha passati da un pezzo. Lo sa bene Fanny Funke che nella sua vita improvvisamente non ha trovato più niente che andasse per il verso giusto: amici, genitori, scuola… Al punto da decidere di mollare tutto e di andare a fare uno stage in un albergo. Di sicuro però non sapeva dove sarebbe finita nel luogo più sperduto delle Alpi svizzere in un Grand Hotel indubbiamente suggestivo ma chiaramente in rovina e con una clientela a dir poco variegata, fra oligarchi russi, industriali americani, scrittori di gialli, attrici, ex atlete olimpioniche e, per fortuna, almeno un paio di bei ragazzi. E dove, in qualità ultima arrivata, le tocca subire le angherie di alcune colleghe, le pretese tiranniche del proprietario e l’irritante comportamento dei bambini ai quali deve fare da babysitter. Ma quella che minaccia di diventare una faticosissima routine, si tramuta ben presto in una straordinaria avventura, quando l’atmosfera festosa dell’hotel viene stravolta da un tentato rapimento, che farà capire a Fanny di chi può veramente fidarsi e che cosa cerca veramente nella vita…
 
 
 
 
Un nome, una garanzia. Questo è, per me, Kerstin Gier; non c'è un suo libro che mi abbia deluso o che si sia meritato meno di 5 stelline. Ecco perché, quando è uscito in italiano Il castello tra le nuvole, titolo che, tra l'altro, mi aveva attirato fin da quando uscì in tedesco, non ho potuto far altro che leggerlo, ed oggi sono qui a parlarvene.
Ciò che adoro più di ogni altra cosa è che Kerstin Gier riesce sempre a creare dei personaggi fantastici, tutti diversi tra loro e tutti, a loro modo, spassosissimi. In particolare, la protagonista Fanny Funke, di Achim presso Brema, che a 17 anni ha mollato la scuola ritrovandosi a lavorare come praticante all'Hotel Janvier, conosciuto anche come "il castello tra le nuvole" a causa della sua posizione in mezzo alle Alpi svizzere. Fanny è semplicemente spassosissima; ho adorato il suo senso dell'umorismo che la caratterizza dalla prima all'ultima pagina, anche nei momenti più difficoltosi o di maggior tensione; con lei il sorriso è assicurato. Ma anche con gli altri personaggi, siano essi ospiti dell'hotel o dipendenti; come, ad esempio, Pavel, il tatuatissimo addetto alla lavanderia con la voce da baritono e il cuore più dolce del caramello; o il Signor Heffelfinger che dirige la spa tra un attacco di ansia e l'altro. Per non parlare, poi, degli ospiti. Tristan che è sempre nel posto giusto al momento sbagliato, o Don, il piccolo combinaguai di 8 anni che è più temuto del proprietario stesso dell'Hotel. I personaggi non finiscono qua, sono davvero tantissimi e variegati, ma dovete scoprirli da soli,
altrimenti che bello c'è a leggere?
Altra cosa che amo di Kerstin Gier è il suo stile di scrittura. La sua penna è sempre ironica e divertente e leggere i suoi romanzi è un vero e proprio toccasana, soprattutto nei momenti in cui si è un po' giù di morale; con tutte le spericolate peripezie di Fanny e i suoi amici il divertimento è assicurato. Diversamente dai precedenti libri (la Trilogia delle gemme e la Trilogia dei sogni), questo romanzo non è un fantasy, nonostante ci sia una minima componente sovrannaturale, ma un giallo vero e proprio. C'è un caso di furto/rapimento da risolvere e i colpi di scena non mancano; io, personalmente, sarà che non sono una lettrice accanita di gialli, ma non sono riuscita a capire la soluzione dell'enigma fino a due pagine prima che venisse svelato; quindi, per quel che mi riguarda, la storia è assolutamente riuscita. Mi è piaciuta molto anche l'ambientazione; questo hotel di lusso, forse un po' da rimodernare, immerso nella neve e nell'atmosfera natalizia (d'altronde si svolge proprio a Natale). Forse è perché l'ho letto sotto Natale, ma mi ha fatto un effetto incredibile. Kerstin Gier si riconferma una scrittrice abilissima e, se non avete mai letto niente di suo, recuperate qualcosa, tanto avete l'imbarazzo della scelta.
Vi consiglio tantissimo questo romanzo e, inoltre, se tutto quello che ho scritto finora non fosse bastato per incentivarvi e a convincervi a leggerlo, vi comunico che questo romanzo è un autoconclusivo, quindi non dobbiamo aspettare anni per conoscere il finale della storia.
 
 
Voto:
 
 
 
 
 
 
 
Conoscevate questa scrittrice? Avete letto qualche suo romanzo?
 
 
 
 
 
*Ginny*
 

La relazione di Cristian e Samir riuscirà a resistere alle battaglie della vita? Scopritelo in "Un'altra occasione" di Ilari C!

Le relazioni non sempre sono facili, e i protagonisti di questo romance lo scopriranno presto....


Pagine: 228
Genere: Romance /MM Contemporaneo
Prezzo ebook: 3,99€
Prezzo cartaceo: 12,99€
Data di uscita: 17 ottobre 2018

Trama:

Cristian e Samir vivono insieme da qualche mese, decisi a difendere la loro privacy e la loro felicità. Ma gli imprevisti sono dietro l'angolo e quando un infortunio rischia di mandare a monte la carriera di Samir, rendendolo insofferente, la pazienza di Cristian sarà messa dura prova. Non è solo con il carattere difficile di Samir che Cristian deve lottare, ma anche con chi non vede di buon occhio la loro relazione, a cominciare da Marc, che è ancora innamorato di Cristian, e dal padre di Samir che ricompare dopo anni di silenzio, apparentemente per chiedere perdono a suo figlio. Quando l'amore, il desiderio e l'avidità si intrecciano niente è più come sembra ed è facile cadere nella rete degli inganni. Perdersi è semplice, ritrovarsi meno. Avranno Cristian e Samir un'altra occasione?

"Un'altra occasione" è il secondo volume autoconclusivo della serie "Sotto la superficie" di Ilari C, ed è un romance MM adatto a un pubblico adulto.


Che ne pensate cari lettori? 
Non è un genere che si vede spesso, 
ma secondo me merita assolutamente un'occasione!

Jane

Una giovane ballerina classica, un combattente dell'esercito e un accordo: "Vali ogni rischio" di Giovanna Roma

Torna Giovanna Roma con un nuovo, intrigante romance:

Genere: War Romance
Prezzo ebook: 2,99€
Prezzo cartaceo: 14,30€
Data di pubblicazione: 24 ottobre 2018

Trama:

La notte in cui il Comandante dell’esercito è entrato in teatro, io ero su quel palco.
La più giovane tra le ballerine classiche, la più testarda tra le ragazze che lui avesse mai incontrato. La famiglia per la quale versava sangue era la finanziatrice della Compagnia, la stessa che decideva il nostro futuro. Ho fatto di tutto per coronare il mio sogno, spingendomi persino a stringere un accordo con quel vizioso di Stefàn Nazir. Sono stata ingenua, lo ammetto. Avrei dovuto prestare più attenzione alla sua arroganza e meno all’oceano degli occhi. Ben presto il suo nome ha provocato un nodo allo stomaco e i colibrì in petto. Ora è impossibile prevedere le conseguenze.Mi aveva avvertita di non conoscere sconfitta e io gli ho giurato battaglia. Nascondo più di quanto crede, e non mi fermerò finché non avrò raggiunto lo scopo.

Un accordo violato.
Una prigionia cospirata.
Una guerra imminente.

Quale sarà la sua prossima mossa?


Vi intriga lettori?

Jane

sabato 8 dicembre 2018

Segnalazione: Antologia "Un battito di cuore" a sostegno dell'AIRC

Buongiorno lettori, 

con immenso piacere vi segnalo l'uscita dell'antologia di racconti firmata Darcy Edizioni: "Un battito di cuore". Un'iniziativa di beneficenza a sostegno dell'AIRC.



Titolo: Un battito di cuore
Autore: A.A. V.V.
Editore: Darcy Edizioni
Genere: Antologia di racconti
Pagine: 412
Prezzo: 1,50€ ebook - 13€ cartaceo

Trama:
Un libro per fare del bene e per uno scopo importante, l’intero ricavato dell’antologia andrà devoluto a favore dell’AIRC, per la ricerca e prevenzione contro il cancro. Un progetto generoso reso possibile da donne autrici, che vogliono aiutare tutte le altre meno fortunate per dar loro un’arma per poter vincere la loro battaglia più importante.

Nell’antologia si rincorre il tema dell’amore in tutte le sue sfumature, oltre a far del bene, questa raccolta di racconti, darà anche emozioni a chi la vorrà leggere.

Chi ha reso possibile tutto questo? È tempo di fare nomi:
Asia Pichierri, Anisa Gjikhdima, Jane Rose Caruso, Barbara Graneris, Cristina Migliaccio, Chiara Rametta, Giovanna Tufano, Chiara K.Jones, Noemi Di Liberto, Rosanna Fontana, Antonella Maggio, Serena Brucculeri, Luana Arfani.

La mia copia è sul kindle in attesa che la legga nei giorni di Natale,
cosa aspettate ad acquistare la vostra?




Segnalazione "Una promessa di Natale" di K.C.Wells con SORPRESA!

Bentrovati lettori,

Oggi colgo l'occasione di segnalarvi anche "Una promessa di Natale" di K.C. Wells, in piena atmosfera natalizia!



Titolo: Una promessa di Natale
Autore: K.C. Wells
Traduttore: Bruna Martinelli
Editore: autopubblicato
Pagine: 146
Prezzo: 2,99 €
Data di pubblicazione: 28 novembre 2018
Edizione italiana a cura di Quixote Translations

Trama: L'ultima cosa che Micah Trant si aspetta di trovare in mezzo alla neve, sul ciglio della strada, è un uomo che è stato chiaramente picchiato, e quando scopre l’identità del malcapitato, capisce che è qualcosa di più di una semplice coincidenza. Come buoni samaritani, Micah e suo padre offrono ospitalità allo straniero, così che possa recuperare. Dopo tutto, è quasi il Giorno del Ringraziamento, e Greg non è in condizioni di viaggiare per ritornare a casa. Quell’offerta, però, non è una mossa del tutto altruistica: Micah vuole delle risposte, e non è l'unico. 
Greg non riesce a credere a come siano andate le cose. Le probabilità che fosse proprio Micah a trovarlo erano praticamente inesistenti, ma accetta comunque la sua offerta. Man mano che i giorni diventano settimane, Greg impara a conoscere la famiglia di Micah e arriva a rendersi conto che stare con loro per un Natale del Wyoming potrebbe sul serio fornirgli le risposte che sta cercando.
Ma la magia delle vacanze regalerà anche qualcosa che Micah e Greg non si aspettavano proprio.


SORPRESA!!
Caro lettore, Natale è alle porte e K.C. Wells, in collaborazione con LCS Ufficio Stampa, ha pensato di
farti un bel regalo.
Acquistando l’ebook di “Una promessa di Natale” riceverai in regalo anche "Pizzo".
Ma affrettati, l'offerta è valida solo dal 5 al 15 dicembre 2018!
Tutto quello che devi fare per ricevere il tuo regalo di Natale è descritto a questo link: Richiedi ora il
Il 16 dicembre riceverai il tuo ebook direttamente nella casella di posta elettronica.
Natale, regali, storie romantiche e tanta sensualità. Non sembrano anche a te un'ottima
combinazione natalizia?


Cosa aspettate?


venerdì 7 dicembre 2018

"Solo se ti rende felice" di Leonardo Decarli - Recensione

Buongiorno lettori, 
come annunciato e promesso, vi parlo del libro "Solo se ti rende felice" di Leonardo Decarli e Sophia Blakee che ho avuto modo di leggere grazie a Mondadori



Trama: Nella sua vita Isabel ha sempre seguito ciò che la sua famiglia voleva per lei, e come avrebbe potuto comportarsi diversamente? I suoi genitori le hanno dato ogni cosa, non le hanno fatto mancare nulla e lei ha cercato di non deluderli, per nessun motivo. Brava a scuola, gentile ed educata, li ha sempre assecondati. Sua madre le ha trasmesso la passione per il canto, per la musica e anche per le risate. Suo padre, invece, le ha donato la parte più razionale di lei. Appena uscita dalla prima relazione importante della sua vita, sente il bisogno di concentrarsi su se stessa e sul suo futuro. Decide così di partire per un semestre di studio all'estero, di allontanarsi dal suo mondo, di voltare pagina: destinazione Milano, Italia. Leonardo ha un sogno nel cassetto, sfondare nel mondo dello spettacolo. Dietro la sua facciata solare, allegra e irresistibile nasconde un dolore immenso che gli ha segnato il cuore. Anche per Leonardo Milano rappresenta una fuga e allo stesso tempo la possibilità di rifarsi una nuova vita, la sua vita. E qui il destino gioca la sua carta. Una sera Leonardo irrompe nella vita di Isabel, sconvolgendola completamente. Isabel cerca di resistere, di ricordarsi i suoi obiettivi: non ha lasciato casa sua per farsi distrarre da un ragazzo qualunque. Pian piano, però, ogni certezza viene spazzata via e Isabel si accorge che Leonardo è tutto ciò che non si aspettava. Leonardo è una tempesta di felicità e in lui Isabel trova un amico, un alleato, un ragazzo che, come lei, vive per i suoi sogni. Il loro amore cresce, i mesi passano in fretta e il ritorno in America di Isabel diventa una "presenza" ingombrante. Ma quanto può essere forte un amore? Più forte della distanza? Più forte di un passato doloroso? Più forte dei propri sogni?

Isabel si trasferisce a Milano dall'America per studiare. Ha l'ideologia italiana in testa e sa già di amare il bel paese. 
Leonardo invece si trova a Milano perché vuole fare l'attore, si è trasferito dal suo paesino, ma per il momento è un tecnico delle luci in un teatro.
Uno scontro fortuito capace di ribaltare entrambe le vite dei protagonisti.
Una passione per la fotografia. 
La frustrazione di non riuscire nei propri sogni. 
Un bellissimo rapporto di amicizia.
La consapevolezza dei rapporti a distanza.
La fiducia nell'amore, nelle persone e in se stessi. 
Questi sono i punti più importanti che si affacciano nelle pagine di "Solo se ti rende felice".
"E poi era arrivata lei che con una sola foto era riuscita a farmi sentire vivo, presente."

Una storia che scorre con facilità, una scrittura incalzante e veloce. Una stesura semplice e adatta ad un pubblico anche molto giovane. 
I pov alternati che permettono una facile comprensione delle storie di entrambi i protagonisti. 
Una cover bellissima e un titolo che lo è ancora di più.
Ho trovato che il libro sia molto carino, scorrevole.  Il racconto di una storia semplice, veloce, che si legge in poco tempo vista la lunghezza. A mio parere anche troppo corto, il lato positivo è che non risulta pesante o prolasso. La storia è semplice e non rischia di annoiare, proprio perché è molto scorrevole. 
Entrambi i protagonisti hanno una storia, un passato, da raccontare che viene svelato mano a mano nelle pagine. Tutto è ben bilanciato e ben distribuito. 
"Era vero, il mondo eravamo noi. Solo noi."
La narrazione l'ho trovata molto bella anche se semplice per i miei gusti, avrei preferito soffrire di più e una lunghezza maggiore del racconto. 
"Solo se ti rende felice" è un libro giovane, per i giovani, per chi si sta affacciando nel mondo romance, o per chi vuole una storia serena, "senza scottature" la chiamo io.
Un libro che fa riflettere sul futuro di ognuno di noi, sulle porte chiuse (e i portoni blindati) per permetterci di andare avanti seguendo i propri sogni, la propria felicità. 

Il mio voto:


Lo avete già letto?
Vi è piaciuto?