domenica 18 giugno 2017

L'Oriente a pochi passi da casa... La Tunisia! - Chronicles of Four Travellers



Buon pomeriggio e buona domenica!
Giugno è, finalmente, arrivato portando con sé il caldo e sempre meno voglia di lavorare o studiare, giusto? Con l'arrivo dell'estate, si sa, le scuole chiudono (certo, per noi studenti universitari è un po' diverso) e i ragazzi si annoiano in casa, il lavoro si fa più pesante per colpa del troppo caldo e sognare le ferie non aiuta perché a stare in casa per un'intera settimana si sgobba quasi più che a lavorare! Ci vorrebbe proprio una bella vacanza! Ma dove andare? Non troppo lontano: ore e ore di aereo sono proprio pesanti; deve esserci il mare, altrimenti come ci si rilassa? Ma non devono mancare i luoghi da visitare e le avventure da vivere...
Be' io conosco il posto giusto: La Tunisia!






Sono stata in Tunisia un paio di anni fa, ormai, ma ogni volta che ci ripenso o che guardo le foto, la ricordo sempre con meraviglia!
Voglio consigliarvi questo bellissimo paese per le tante opportunità che offre. In primis, pur essendo completamente diverso dall'Italia, si trova a pochi passi da casa nostra e non è difficile raggiungerla; in secundis, è il giusto mix di cose che tutti cerchiamo in una vacanza: sole e mare, relax e buon cibo, avventura e cultura; ed infine, è un paese abbastanza economico. Per quello che ho visitato io, una settimana (dico così perché solitamente è il periodo di ferie che viene concesso e quello che noi studenti possiamo concederci) è l'ideale.
Il mio itinerario comprendeva Tunisi, la capitale, Cartagine e Sidi Bou Said, la città azzurra!
TUNISI: La prima tappa è la splendida capitale, Tunisi, raggiungibile con appena 1,15 h di volo (da Roma). La prima cosa che colpisce, una volta arrivati a Tunisi, è l'aria orientale che si respira. Ovunque ci sono negozi di tappeti, mini bazaar, palme alte e rigogliose...Per visitarla non occorre tanto; in circa tre giorni è possibile godersela per benino, quattro, se si vuole fare con mooolta calma! Il luogo, a mio parere, più bello della capitale è la Medina, il quartiere arabo! Un insieme di meravigliosi vicoletti che iniziano con un bellissimo arco, Bab El Bhar, e che ospitano il mercato (Suq) e la Moschea degli Ulivi, una tra le più belle di Tunisi. Ed è proprio qui, nella Medina, che i Suq si riempiono di clienti che comprano scarpe, borse, manufatti in argento, il tipico caffè... E' racchiusa qui la bellezza tipica che caratterizza l'oriente, mischiata a quella degli antichi resti romani e bizantini che fanno di Medina un sito patrimonio dell'UNESCO! E' un luogo magico in cui tutto è possibile: sorseggiare il caffè tradizionale su una terrazza, guardare il tramonto sul mare, comprare un tappeto, riempirsi il naso di profumi inebrianti, assaporare il pungente sapore delle spezie, conoscere la popolazione più vera... E se si tende l'orecchio si può addirittura sentire il canto del muezzin che, dall'alto del minareto, richiama i fedeli alla preghiera. 
Altra imperdibile tappa tunisina è il Museo del Bardo che, immerso in un immenso giardino di essenze del posto, conserva al suo interno la più vasta collezione di mosaici romani del mondo. Magico, tutti quei colori sono una gioia per gli occhi. Non vi sono solamente i mosaici, ovviamente, ma quelli sono la parte più bella, da capogiro! Ci sono veramente troppe Moschee a Tunisi e parlarvi di tutte sarebbe impossibile, perciò vi segnalo la più bella; la Zitouna Mosque (che significa "Moschea degli Ulivi). Non so se le cose sono cambiate, ma quando ci andai io non era possibile visitarla all'interno, ma solo all'esterno, però penso ne valga assolutamente la pena, soprattutto al tramonto, quando i minareti e i portici da bianchi diventano quasi ocra, tinti dai raggi del sole che li sfiorano! Si respira un'aria di purezza e libertà. 
La Cattedrale di San Paolo, uno dei pochi esempi di Chiese cristiane a Tunisi, vale la pena di essere vista! In Italia ne abbiamo sicuramente di più belle, ma è interessante perché è quasi del tutto immersa in un ambiente arabo; un pezzo di occidente in oriente. E poi, il suo stile coloniale non è niente male. In ultimo vi consiglio la piazza Kasbah, una piazza molto grande, in stile moderno. E' bella perché è situata proprio fuori dalla Medina ed è un bellissimo contrasto per l'occhio: l'antico e il moderno. Per quanto riguarda il lato avventuro del vostro viaggio, una giornata è da passare interamente nel deserto. Da Tunisi partono tanti cammelli che, facendovi salire in groppa, vi porteranno nel Sahara. Meravigliose distese di sabbia arancione; dune su cui fare snowboard con tavolette di legno e un silenzio che fa più rumore di mille parole, il deserto è, forse, ciò che di più bello ci ha regalato la natura ed, essendo questo, un blog di libri, non posso che citare Antoine De Saint-Exupery quando dice...
 "Mi è sempre piaciuto il deserto. Ci si siede su una duna di sabbia. Non si vede nulla. Non si sente nulla. E tuttavia qualche cosa risplende nel silenzio."




CARTAGINE: Un giorno o due (se volete prendervela con calma) sono da dedicare assolutamente alla visita dell'antica città di Cartagine. Chi di noi non ne ha studiato la grandezza almeno una volta? Cartagine è patrimonio dell'UNESCO ed è il sito romano più grande d'Africa. Bellissime le Terme di Antonino, capaci di portare il turista indietro nel tempo, come se si stesse camminando tra le piscine termali dell'epoca. Interessante anche l'acquedotto e il teatro romano; certo, niente a che vedere con quelli che troviamo in Italia, ma sono comunque delle grandi testimonianze di ciò che i romani hanno fatto dopo le Guerre Puniche, in Africa.
Carina è la Cattedrale di Saint Louis (San Luigi), ormai sconsacrata e adibita a sala concerti. La musica che si sprigiona da qui non è semplice musica classica, ma è musica tunisina, musica araba, dolce e sensuale che vi toccherà le corde del cuore. Ricordo il caldo afoso all'interno del Carthage Museum, il museo nazionale di Cartagine. Piccolo, ma molto carino, ci sono reperti storici interessanti, anche se ricordo, con un certo sorriso, che io e mia sorella abbiamo abbandonato i nostri genitori, a metà della visita, per cercare refrigerio nell'enorme cortile "dei profumi", come lo abbiamo rinominato noi, perché c'erano banchi pieni di essenze orientali in bottiglie piccole piccole; dopo un po' il mio naso non riconosceva più gli odori, però ne è valsa la pena, erano buonissimi!

SIDI BOU SAID: Ed eccoci alla parte di questo viaggio dedicata al relax. Eh sì, perché Sidi Bou
Said, la città bianca e azzurra, è una piccola cittadina di villeggiatura affacciata sul Mar Mediterraneo, in cui ci si può rilassare lontano dal trambusto della capitale. Con le sue abitazioni bianche e azzurre adornate di bouganville colorati, le sue viuzze acciottolate, gli artisti che dipingono per strada e il mare, Sidi Bou Said è proprio incantevole e adatta ad ogni tipo di relax; inoltre è ottima per lo shopping, qui ho comprato il mio bellissimo Bongo africano!


Che altro dire?? Quando si pensa al viaggio in Africa, solitamente, le prime cose che vengono in mente sono il safari, i baobab, i Kikuyu... Ma l'Africa è anche lo scrigno di imperdibili perle d'oriente come la Tunisia.

Quindi, passaporto in mano, fate i bagagli e non perdetevi questo paese speciale!






Scommetto che avete già il biglietto in mano e le valigie pronte eh? E voi ci siete mai stati? Avete visto altro di questo paese? E se non ci siete stati, vi ho fatto venire almeno un po' di voglia?






*Ginny*

Nessun commento :

Posta un commento