venerdì 16 luglio 2021

Review Party "Un matrimonio per Cassandra" di Lisa Kleypas

 Buongiorno appassionati lettori!

Oggi voglio presentarvi l'ultimo libro della serie "The Ravenels" edito Mondadori scritto dalla meravigliosa penna di Lisa Kleypas, vi sto parlando di "Un matrimonio per Cassandra". Questa è la settimana nella quale salutiamo alcune delle più belle storie romance scritte dalle mie due autrici preferite Lisa Kleypas e Julia Quinn. Sono veramente felice di aver letto anche quest'ultimo libro che mi ha appassionata tremendamente!


Anche questa serie è giunta alla conclusione, e devo ammettere che mi rende triste tanto quanto aver dovuto salutare i Bridgerton. I Ravenal sono una famiglia davvero particolare, dai caratteri forti e mai in grado di annoiare chi li incontra, proprio come il lettore che si immedesima in questa lettura e non vuole più lasciarli andare.
Vi devo dire la verità quasi tutta questa serie l’ho ascoltata come audiolibro grazie ad Audible, è sicuramente un metodo diverso di lettura che mi fa molta compagnia quando faccio le faccende di casa e non ho voglia di ascoltare la musica.
Solamente gli ultimi due li ho letti, ma questo non cambia in realtà la mia passione per questa serie anzi l’ha resa ancora più grande perché ho potuto apprezzare personaggio dopo personaggio giorno per giorno durante alcuni atti di vita quotidiana.

Non vi nasconderò che Mr Severin mi ha conquistata subito ed ero molto curiosa di poterlo conoscere meglio, mi ha fatto troppo piacere scoprire che lui e Cassandra si sarebbero sposati.

Sono due personaggi che conosciamo poco a poco nei vari libri, Severin è un amico di vecchia data di West, Devon e Wintherbon, è un uomo dal vissuto importante ma intelligentissimo e sarà proprio la sua intelligenza che lo porterà a raggiungere sempre di più i suoi obbiettivi, le sue competenze si diramano in così tanti campi che nessuno dei suoi amici è alla sua altezza, non ha un attimo da dedicare a nessuno che non siano le sue società e i lavori in cui è inserito.
Sarà solamente la comparsa di Cassandra a mostrargli che forse la vita può dare anche qualcosa di diverso, fino a quel momento lui ha sempre vissuto con due soli sentimenti ed è felice che sia così, sarà solo l’aiuto della ragazza a sciogliere il suo cuore di ghiaccio e renderlo il dolce uomo che poi piano piano diventerà.
Cassandra,  l’abbiamo sempre vista come la gemella carina di Pandora, perché diciamocelo è Pandora quella sempre presente, che combina guai, lei invece si lascia trascinare, ma il suo più grande sogno è quello di sposarsi ed avere una famiglia, è convinta di poter incontrare l’uomo dei suoi sogni e quando Tom si propone a lei durante il ricevimento del matrimonio di Penelope lei ne rimane sconvolta, ma inizia a vederlo con occhi diversi.
I due cercheranno di tenere le distanze, usciranno con altri ma le circostanze li porteranno a tornare sempre l’uno verso l’altro.

Ho adorato questa coppia, si amano veramente tanto ed è bellissimo come Severin scopra questo sentimento a poco a poco facendo enorme fatica a farci i conti ma alla fine ne sarà estremamente felice perché Cassandra è sicuramente la donna che fa per lui.

Nel complesso non solo vi consiglio questa lettura, ma tutta la serie che tra misteri, amore e molte scene infuocate non può che fare al caso vostro! L’ambientazione è precisa e sempre coerente, la penna della Kleypas non smentisce mai, dove solitamente la trovo un po' lenta in questa serie l’ho trovata sempre incalzante e coinvolgente!

Non posso fare altro che consigliarvelo!!!

Il mio voto: 

Una delle migliori serie dell'autrice veramente!!!


La serie "The Ravenels" è composta da:
1. Cold-Hearted Rake (Un libertino dal cuore di ghiaccio)
2. Marrying Winterborne (Una moglie per Winterborne)
3. Devil in Spring (Il diavolo in primavera)
4. Hello Stranger (Come due sconosciuti)
5. Devil's Daughter (La Figlia del Diavolo)
6. Chasing Cassandra (Un matrimonio per Cassandra) 



Che ne pensate? Leggerete questa serie? 





martedì 13 luglio 2021

Review Party: "Il vero amore esiste" di Julia Quinn

 Buongiorno appassionati lettori!

Oggi voglio parlarvi ancora una volta di questa serie che amo tantissimo, i "Bridgerton", siamo giunti all'ultimo libro della serie,  "Il vero amore esiste" di Julia Quinn edito Oscar Mondadori. 

Solo se avete letto gli altri volumi potete capire la tristezza di abbandonare tutti questi personaggi meravigliosi.  Mi auguro che sentiate questa tristezza perché vorrebbe dire che mi avete ascoltata e avete letto i precedenti!!


Oggi vi presenterò la storia di Gregory, l'ultimo meraviglioso Bridgerton a sistemarsi ma non per questo meno bello!! 



Vi mentirei se non vi dicessi che leggere questo volume mi ha riempita di mille emozioni ed è forse proprio per questo che l’ho apprezzato tanto. Durante tutta la lettura sapevo che sarebbe stata l’ultima volta che avrei incontrato questa meravigliosa famiglia e le loro storie d’amore non avrebbero più allietato le mie serate con le loro problematiche tutte differenti e i loro caratteri così testardi e allo stesso tempo fragili. Libro dopo libro ogni personaggio riusciva a coinvolgermi e a trasportarmi in questo mondo fatto da Stagioni mondane, scandali e amori appassionati.

Questa recensione non sarà solamente dedicata al libro in questione, ma a tutta la serie che è volta al termine. Grazie a Netflix forse scopriremo un po' del passato di Violet Bridgerton, Lady Danbury e della Regina, e vi posso assicurare che se ci sarà dietro lo zampino della Quinn non potrà che essere qualcosa di straordinario!

Fortunatamente questa autrice ha scritto veramente molti libri e quindi la sua meravigliosa penna sarà possibile ritrovarla in tante altre storie.
Nel complesso è una serie che libro dopo libro ti sconvolge, credi di esserti affezionato ad un personaggio e poi ne compare un altro che ti fa mettere tutto in discussione. Non saprei dire qual è il mio preferito, inizialmente avrei detto la storia d’amore tra Daphne e il Duca di Hasting, poi Anthony e Kate, poi ho conosciuto Eloise e ho adorato il suo carattere insomma posso solo dirvi che ognuno merita di essere letto per una motivazione differente. Avevo grandi aspettative per Penelope e Colin, e forse è quello che mi ha colpita di meno.

Insomma come avrete capito vi consiglio tutta la serie, ve ne innamorerete e come me non riuscirete più a staccarvi da loro!

Ora parliamo di questa storia, quella tra Gregory e Lucinda. Questa è sicuramente una delle storie più travagliate che abbiamo letto, non sarà per niente facile riuscire ad arrivare all’happy ending.



Gregory ad un ballo incontrerà Hermione Watson della quale si infatuerà, e per questo cercherà di coinvolgere la migliore amica della ragazza Lucinda, facendosela amica così da farsi aiutare a conquistarla. Hermione però è innamorata di un altro uomo, non ha di certo le idee chiare e le sue azioni lo dimostreranno in più occasioni.
Sarà quando l’attrazione tra loro scemerà che Gregory si accorgerà di aver puntato sulla donna sbagliata, perché quella che riempie i suoi pensieri e desideri è Lucinda.
Lei dal canto suo è fidanzata con il Conte di Devenport, non si tratta di un fidanzamento d’amore, ma qualcosa di deciso quando lei ancora era piccola per questioni d’affari.

Tra i due vedremo molte scene divertenti e alcune cariche di suspance, quando crederemo che ogni cosa sia ormai terminata e che finirà male qualcosa ci farà cambiare idea e tutto si farà più semplice.

Non voglio raccontarvi troppo della storia perché è un crescendo dopo l’altro di fatti ed avvenimenti che si susseguono uno più intenso dell’altro e voglio veramente che ve li possiate godere come ho fatto io! Non lasciatevi scoraggiare dall’inizio lento perché credetemi migliorerà velocemente!

Mi è piaciuto moltissimo il personaggio di Gregory, è un grande sognatore, sarà proprio per questo che desidera riuscire a trovare il vero amore, è convinto che quando incontrerà quella giusta lo capirà subito, peccato che il suo istinto si sbaglierà con Hermione e la nostra Lucinda riuscirà a sbalordire noi quanto lui!

Lucinda è una ragazza molto sulle sue, che non crede nell’amore, nella possibilità di potersi innamorare perdutamente e provare forti emozioni, proprio perché sa che è destinata a qualcuno che non può scegliersi.

Mi è piaciuto quindi vedere l’intesa che si crea tra i due ragazzi giorno dopo giorno, prima diventando amici e poi come questa amicizia si tramuta in qualcosa di più alla quale fanno fatica a dare un nome.



Non posso fare a meno di consigliarvelo di cuore!!!

Il mio voto: 


Meraviglioso!! E questo è assolutamente il mio voto per l'intera serie!!!


Vi ricordo che la "Serie Bridgerton" è composta da:

1. Il Duca e Io ( 2020 - Simon e Daphne) Recensione
2. Il Visconte che mi Amava ( 2020 - Anthony e Kate) Recensione
3. La Proposta di Un Gentiluomo ( 2020- Benedict e Sophie) Recensione
4. Un Uomo da Conquistare ( 2021 - Colin e Penelope) Recensione
5. A Sir Phillip, con amore ( 2021 - Eloise - Phillip) Recensione
6. Amare un Libertino (18 Maggio - Francesca e Michael) Recensione
7. Tutto in un Bacio (15 Giugno - Hyachint e Gareth) Recensione
8. Il Vero Amore Esiste (13 Luglio - Gregory e Lucinda)



Siamo quasi giunti al termine di questa serie spettacolare!!! Posso solo dirvi che sono tristissima che spero di leggere molte altre creazioni di questa fantastica autrice!





giovedì 1 luglio 2021

Recensione: “Be my shield” di Roby A.

 

Buongiorno meraviglie,

oggi vi parlo del romanzo di un’esordiente che ho letto tutto d’un fiato e di cui non vedevo l’ora di parlare.

“Be my shield” di Roby A. mi ha tenuta compagnia per qualche giorno (sì, ultimamente sono lenta a leggere e a scrivere!)
 

 



Titolo: Be my shield
Autrice: Roby A.
Data uscita: 21/06/2021
Pagine: 337
Genere: Contemporary Romance
Editore: Self Publishing
Prezzo Ebook: 1,99 €
Cartaceo: da definire

 

Trama:

 

Sam Harvey è fuggita da un passato burrascoso che la teneva prigioniera. Sono passati tre anni da quando ha lasciato la sua famiglia per trasferirsi ad Atlanta: una nuova città, un nuovo inizio. Ricominciare, però, non è mai semplice, soprattutto quando alcune cicatrici bruciano come fuoco sulla pelle. Non riesce più a fidarsi degli altri e vive con il costante bisogno di tenere a distanza le persone. Le cose cambieranno quando due occhi oceano irromperanno nella sua vita, stravolgendola del tutto.

 

Andrew Thompson ha intrapreso un lungo viaggio alla scoperta del mondo: ama l’ignoto, il pericolo e l’avventura. Il Van è la sua unica casa, grazie al quale si tiene lontano dalla sua terra nativa che custodisce ricordi troppo dolorosi. Una piccola sosta ad Atlanta e due occhi viola cambieranno per sempre le carte in tavola, mettendo in discussione piani e progetti futuri. Andrew e Sam saranno travolti da qualcosa di potente e inaspettato, inconsapevoli che alcuni segreti potrebbero metterli in pericolo e portare alla loro disfatta.

 

Due anime spezzate che scappano dal loro destino turbolento. Incontri casuali in grado di cambiarti la vita. Riusciranno a non soccombere all’amore o finiranno per proteggersi l’uno con l’altra?

 

 Conosco Roby come blogger e quando ho saputo di questo suo nuovo progetto mi sono elettrizzata. Grazie a lei ho potuto leggere Be my shield in anteprima per poterlo recensire così da sbirciare nella sua testa. Perché si sa, quando decidi di buttarti nel mondo della scrittura, la storia si accalca nella tua testa già da tempo.


Roby mi ha immersa fin dalle prime pagine nella vita di Sam, la protagonista. È facile comprendere come il suo passato non sia così “passato” e che i mostri da cui scappa e la paura costante che tiene a bada ogni giorno sono pronti a rispettare fuori trascinandola a fondo.
Sam vive in una vita che non sa se l'appartiene. Insoddisfatta, terrorizzata, arriva a essere svilente anche per lei stessa.

Andrew ha l'aspetto di un principe ribelle, così dedito a proteggere la sua natura, il suo istinto, da non rendersi conto di quanto il suo corpo e la sua mente gli gridano di fermarsi davanti alla ragazza dagli occhi viola.

Ci sono stati dei particolari che a mio avviso hanno stonato nella lettura, ma questo è dato sicuramente dall’inesperienza dell'autrice che potrà fare tesoro di piccoli accorgimenti e studiare il mondo dei suoi protagonisti per non cadere in piccole gaffe di cui si potrebbero accorgere chi conosce gli aspetti di ambientazione del romanzo, in questo caso il mio appunto va a caratteristiche e ad alcune terminologie.

La scrittura di Roby racconta mostrando l'ambientazione e i suoi personaggi, ci immerge nei loro pensieri oltre che nei dialoghi diretti che svelano anch'essi molte caratteristiche, cosa che non accade con lo sfondo dei protagonisti. Soprattutto con Sam il contesto in cui è cresciuta è spesso velato e nascosto, rispetto a quello di Andrew di cui sono stata subito messa a conoscenza e su Sam mi è mancata questa peculiarità, ma capisco l'intenzione dell'autrice di creare un colpo di scena e lasciarmi sulle spine a lungo.
Il pov è alternato al presente con alcuni scorci del passato che permettono di intravedere gli anni precedenti dei protagonisti e di comprenderne le motivazioni per il carattere e le abitudini che hanno forgiato nel tempo.

La storia d'amore tra Sam e Andrew è un colpo di fulmine, condito da un iniziale hate to love che presto si trasformerà in un'attrazione passionale. Le scintille tra i due protagonisti non mancano di certo. 

La passione, il sentimento alla fine prevaricano e mi hanno trasportata con molta facilità nel loro universo.

Consiglio di leggere “Be my shield” a chiunque sia alla ricerca di un romance puro, un po’ sofferto, ma che cattura fin dalle prime pagine e con diversi colpi di scena!

Il mio voto:

 


A presto!

 


 

Recensione: Hungry heart di Irene Pistolato - California Hearts series #1

 

Buongiorno meraviglie,

oggi torno a parlarvi di un nuovo romane uscito da pochi giorni dal titolo Hungry Hearts firmato Irene Pistolato, primo volume della serie California Hearts.

 


Titolo: Hungry Heart

Autore: Irene Pistolato

Casa Editrice: Self publishing

Serie: Californian Hearts

AUTOCONCLUSIVO

Data di uscita: 21 Giugno 2021

Genere: Contemporary romance

Formato: Ebook e cartaceo

Pagine: 400 circa

Trama:

Lui era affamato d’amore.

Lei era disposta a dargli tutto l’amore di cui aveva bisogno.

Quando la tua vita ha finalmente preso la giusta piega e i fantasmi del passato tornano con prepotenza a

sconvolgerla, allora hai solo due scelte: sconfiggerli o soccombere a essi.

Il destino non è stato clemente con Evan. È passato da un’infanzia disagiata a un’adolescenza turbolenta,

ha imparato a sopravvivere nonostante tutto. Mentre è sul punto di toccare il fondo, gli viene offerto un

tetto sopra la testa in cambio di qualche lavoretto, ma non ha idea che, accettando, verrà catapultato in

un mondo dove sesso e soldi saranno all’ordine del giorno.

E poi è arrivata lei, Sadie, così dolce e delicata, così bisognosa delle sue attenzioni. È per Sadie che

comincia a desiderare di più, ormai stanco di quel mondo. Stava aspettando lei, l’unica in grado di saziare

la sua fame d’amore, la sola che avrebbe protetto anche a costo della sua stessa vita.

Quando il passato torna a tormentarlo, Evan comprende a sue spese che il solo modo per tenere Sadie al

sicuro è lasciarla andare.

E se fosse, invece, l’errore più grande mai commesso?

 

Sadie ha un'agenzia di catering, la Hungry Hearts, quel giorno sta lavorando per un importante cliente quando incontra Evan.
Entrambi sembrano rapirsi in un solo accenno di sguardi. Si perdono e si fondono. Si attraggono tenendosi a distanza. Si separano, ma si vogliono.

Entrambi i protagonisti hanno diverse sfaccettature. C'è Sadie così pudica, ma al tempo stesso determinata. Evan arrogante, ma fragile sotto molti aspetti.
Hanno un lato più fragile entrambi che mostrano di rado, solo con le persone a cui tengono veramente.
Ho apprezzato i personaggi secondari, i migliori amici di entrambi sono i miei preferiti.

«Non ti ho reso le cose semplici» ammette in un sospiro. «Ricominciamo da capo, ti va?»

Come posso dire di no a quegli occhi verdi che mi stanno implorando di darle una seconda occasione?

«Mi va» asserisco senza alcuna esitazione. «Mi chiamo Evan Cox, faccio l’attore porno e amo andare in

moto.»

«Sadie Moore, sono cuoca per passione e ho scoperto che amo le moto.» Un sorriso sincero fiorisce sulle sue

labbra e anche sulle mie. «Mi fai fare un altro giro?»

 


Non avevo mai letto nulla di Irene Pistolato, sono rimasta sorpresa dalla trama accattivante e non banale e come poi è stata strutturata.
Per il primo buon 20% mi sono appassionata a questo amore incondizionato tra i due protagonisti, molto istalove vista la forte attrazione e il livello di sentimenti che vengono fin da subito descritti come inequivocabili, ma avevo anche già il sentore di una brusca frenata. Quindi, non mi sono goduta a pieno la lettura perché aspettavo quel colpo di scena, quella sofferenza che mi spingeva a girare le pagine in modo frenetico.

È un romanzo che ti fa credere nel colpo di fulmine. Nella passione al primo sguardo, nella tenerezza dei gesti impulsivi.
Uno di quelli che ti scuote e ti lascia senza fiato, almeno per me è stato così nella prima metà della lettura. Subito dopo ho trovato tutto molto più rilassato, ma non meno emozionante.

Anche e descrizioni mi sono piaciute e non mi hanno annoiata, cosa che purtroppo capita a volta.  

Per me è stato un vero comfort book super promosso!

Il mio voto:


 



mercoledì 30 giugno 2021

Recensione: "Il cacciatore di draghi, ovvero Il fattore Giles di Ham" di J.R.R. Tolkien

Buongiorno lettori!
Quest'oggi vi porto in un mondo fantastico con un autore che fa parte della storia. Grazie all'iniziativa di rilettura delle opere di Tolkien promossa da Tolkieniani Italiani e Flavia Costadoni, ho scoperto questa piccola ma magica opera di Tolkien: portandoci in un momento diverso da quello abituale della Terra di Mezzo, Il cacciatore di draghi è un racconto che riesce a trasportare il lettore in un'avvincente avventura.


Titolo: Il cacciatore di draghi, ovvero Il fattore Giles di Ham
Autore: John Ronald Reuel Tolkien
Casa Editrice: Bompiani
Pagine: 160
Prezzo: 10,00€
Prima pubblicazione: 1949

Trama:
Un contadino abitudinario e un po’ fanfarone, costretto a dar la caccia a un drago su cui riesce ad avere la meglio, diventa ricco e rispettato, tanto da essere eletto re. La fonte sarebbe un’antica cronaca in latino contenente il resoconto delle origini del Piccolo Regno. Ma è solo un espediente. Tolkien vi ricorre per creare un mondo metastorico, senza precise coordinate spazio-temporali, un’atmosfera da fiaba, un universo immaginario popolato di draghi e di giganti in cui però possiamo ritrovare qualcosa della nostra quotidianità. Nelle mani dell’autore, fiabesco e concretezza di particolari si mescolano dunque con somma maestria per andare dritto al cuore dei lettori di tutte le età.

Una fiaba.
Come quelle che vengono raccontate e tramandate a voce.
Una storia che può sembrare semplice, negli eventi che la compongono.

Un contadino, dedito alla sua casa e alla sua terra, per un fortuito e coraggioso evento si ritrova costretto ad unirsi ai cavalieri per dare la caccia ad un drago. Da quel momento la sua vita cambia completamente: da umile fattore a re. Il tutto attraverso un’avvincente avventura, dove non è solo la forza a determinare i vincitori e gli eroi, ma l’arguzia e l’ingegno, con una buona dose di ironia.

Ciò che rende questa storia magica è proprio il modo con cui viene raccontata: la scelta dei nomi dei personaggi e delle loro caratteristiche, gli arguti dialoghi che non mancano di far divertire il lettore.

Ægidius Ahenobarbus Julius Agricola de Hammo. Un nome altisonante, degno dei più classici e attesi nobili. Eppure è solo il nome completo di Giles di Ham, contadino e protagonista di questa storia. Un uomo che si pone spesso in contrapposizione con ciò che è maestoso, rimanendo sempre fedele al proprio modo di essere anche quando si ritrova costretto ad andare a caccia di draghi insieme ai cavalieri del re, uomini con un’armatura scintillante. E lui?

«Be’,» disse Giles, «se voi pensate che a caccia di draghi ci si vada suonando e tintinnando come le campane di Canterbury, io la penso diversamente. Non mi sembra sensato far sapere al drago, prima del tempo, che stai arrivando. E un elmo è sempre un elmo, e una sfida a dare battaglia. È meglio che quel serpente veda spuntare dalla siepe solamente il mio vecchio cappello, così forse sarò in grado di avvicinarmi di più prima che inizino i guai.»

Lui si fa forte della propria astuzia e del proprio ingegno, diventando l’inaspettato eroe della storia.

Chrysophylax Dives. Custode dell’oro (dal greco), ricco (dal latino). Un nome che è già nella sua etimologia emblematico, arrivando a delineare la sua figura di drago ancor prima di conoscerlo e vederlo in azione. Tra lui e Giles non mancano i dialoghi ironici.

«Ti chiedo scusa,» disse, «ma era me che stavi cercando, per caso?»
«No davvero!» rispose Chrysophylax. «Chi avrebbe mai pensato di trovarti qui? Stavo semplicemente volando qua in giro.»

La narrazione è vivace e spiritosa, le descrizioni non sono lunghe ed elaborate come in altre opere dell’autore, ma grazie all’uso della parola e dei dialoghi è davvero difficile non riuscire a immaginarsi ogni personaggio. Anche lo stesso modo di esprimersi cambia a seconda di chi si esprime, diventando elaborato quando è il re, più semplice e “volgare” quando si tratta di Giles o degli abitanti del villaggio.

Una lettura scorrevole, una storia che, fatta propria, sembra essere fatta apposta per essere raccontata ai bambini.

Voto:


Curiosità: le copertine delle edizioni

Durante la lettura, ad un certo punto, mi è capitato di andare alla ricerca di immagini che raffigurassero Giles e il drago. Così mi sono imbattuta nelle copertine delle edizioni straniere e devo dire che sono davvero molto belle. Qui ve ne ripropongo alcune, quelle che sono riuscite a colpirmi per qualche aspetto particolare.

Edizione svedese del 1961

Edizione finlandese del 1979

Edizione portoghese del 2012

Edizione inglese del 2014


Curiosità: Richiami alla Terra di Mezzo (possibili spoiler)

È stato impossibile non essere trascinati con la memoria alla Terra di Mezzo e trovare qualcosa di quel mondo anche in questo racconto. Qui di seguito due esempi, ma non sono gli unici.

Giles mi ha ricordato molto Bilbo: entrambi non propensi all’avventura, ma amanti della tranquillità e della loro terra, si ritrovano ad affrontare avventure inaspettate.

Caudimordax (Mordicoda), la spada di cui ogni drago ha timore, magico oggetto che mi ha ricordato sia Orcrist di Thorin Scudodiquercia, sia Pungolo di Bilbo: la prima, per il suo stesso nome, “Fendiorchi”, e per il timore che gli orchi provavano a vederla; la seconda per l’aspetto magico che è insito in lei, quell’illuminarsi in presenza degli orchi.

Cosa ne pensate di questo romanzo?
Lo avete letto?




martedì 29 giugno 2021

Blogtour: "Sogni di mostri e divinità" di Laini Taylor - Cover a confronto - Daughter of Smoke & Bone #3

 Buongiorno meraviglie, 

siamo giunte alla fine di questo blogtour che mi ha permesso di conoscere Karou con i suoi capelli blu, il mondo degli angeli e delle chimere. 

Oggi vediamo le cover dal mondo, visto che anche da noi qui in Italia sono già due e chissà quante ancora ristampe in futuro potranno esserci!



La misteriosa Karou è una chimera unica nel suo genere: al contrario dei suoi simili, l'eroina della trilogia "La chimera di Praga" ha sembianze umane, impreziosite da meravigliosi capelli blu. È innamorata di Akiva, un angelo dalla bellezza eterea. Angeli e chimere sono però nemici naturali, in lotta da secoli. C'è solo un modo per ristabilire la pace: tentare un'alleanza fra le chimere e quegli angeli che, come Akiva, hanno deciso di ribellarsi al loro imperatore.
In questo terzo e conclusivo capitolo della saga entriamo subito nel vivo dell'azione: l'esercito degli angeli discende sulla Terra, in pieno giorno, in una Roma sfolgorante di sole, con uno stuolo di telecamere intente a riprendere e un pubblico sbalordito a osservare la scena. Nel frattempo, dopo il tradimento che ha portato la sua specie allo stremo, Karou sta ricostruendo l'esercito delle chimere e, grazie a un inganno ingegnoso, è ora alla guida della ribellione contro gli angeli. Il futuro della sua specie dipende da lei, ed è giunto il momento dello scontro finale. Riusciranno Karou e Akiva a realizzare il sogno di una realtà in cui i loro popoli smettano di distruggersi e in cui, forse, potrebbe esserci spazio per il loro amore?


 La prima cover dell'edizione italiana è stata questa: 

  


Astratta, come tutte le cover della serie della precedente edizione

Nella prima versione inglese, le cover sono state:

Questa per l'edizione rigida

 
Questa per quella flessibile

Per poi arrivare a questa un anno dopo:

 

Questa è tra le mie preferite

Per poi arrivare a quella del decimo anniversario d'uscita con questa nuova edizione:

 



Per la versione tedesca firmata Verlag invece abbiamo una riproduzione simile a quella originale con la cover rigida:

 


La versione spagnola invece si presenta così:

 


Fino ad arrivare a quella ceca molto più lineare e pulita:

 


Quale preferite tra tutte?

 




martedì 15 giugno 2021

Review Party: "Tutto in un bacio" di Julia Quinn

Buongiorno appassionati lettori!

Oggi voglio parlarvi ancora una volta di questa serie che amo tantissimo, i "Bridgerton", siamo giunti al pen'ultimo libro della serie, ovvero "Tutto in un bacio" di Julia Quinn edito Oscar Mondadori. 


Oggi vi presenterò la storia di Hyacint, carica di mistero e amore!! 



Questa serie è qualcosa di magnifico, ogni libro è più bello dell’altro e io non riesco a non essere perdutamente innamorata di tutta la famiglia Bridgerton. Oggi tocca a Hyacinth e al suo caratterino così simile a quello della sorella Eloise ma ancor più caparbia da avermela fatta amare pazzamente.


Abbiamo avuto modo di conoscerla un pochino grazie ai libri precedenti, ma essendo la più piccola tra gli otto figli è anche quella che viene più viene considerata una ragazzina. Ho adorato il suo rapporto scherzoso con il fratello Gregory, sono i più piccoli e quindi tra loro si è creata una grande complicità.

Incredibilmente è anche la preferita di Lady Danbury, come sapete non è una donna semplice da sopportare e solo la nostra Hyacinth sembra avere questa grande abilità. Passa moltissimo tempo insieme alla donna, ogni martedì va da lei a leggerle dei libri, in particolare quelli facenti parte le avventure di “Lady Butterworth”, mi ha affascinato poter leggere un libro dentro un libro dando così al lettore la possibilità di immedesimarsi nella noia di quella lettura.  

Il loro rapporto è molto profondo e si capisce quanto Lady Danbury la stimi e rispetti, tanto che vorrebbe vederla sposata con il nipote Lord St Clair, Gareth. Sarà proprio lei ad obbligare il nipote alla partecipazione ad alcuni eventi mondani che permetteranno ai due di conoscersi, non si può però dire che i loro incontri vadano benissimo, la lingua lunga di Hyacinth farebbe scappare chiunque.

Gareth è un personaggio magnifico, ha perso la madre e ha cercato per tutta la sua vita di farsi accettare ed amare dal padre, qualcosa però li ha sempre tenuti distanti fino al momento in cui Gareth scoprirà le sue origini, ovvero che lui non è veramente suo figlio, sua madre ha avuto una storia con un secondo uomo. Lord St. Clair non è mai riuscito ad accettare il tradimento della moglie e per questo motivo non lo ha mai amato facendogli passare un’infanzia molto triste, che solamente la nonna e il fratello riuscivano a migliorare. Gareth non ha idea di chi sia suo padre e solo verso la fine questo mistero verrà svelato. Nel frattempo suo fratello morirà e sarà lui a diventare l’erede del titolo, tutto questo per lui sarà molto triste ed inaspettato. Il padre cercherà di rendergli la vita più difficile possibile dilapidando tutti i loro soldi per lasciarlo senza eredità. Il fratello però avrà un dono per lui, il diario della nonna di origine italiana, che nasconde un tesoro inaspettato e una grande sfida. Il diario è infatti scritto in italiano e per questo non comprensibile al nostro Gareth. Per pura coincidenza la nostra Hyacinth saprà parlarlo e lo aiuterà a scoprire cosa nasconde.

Il caratterino di Hyacinth verrà sviluppato benissimo dall’autrice permettendoci di conoscerla a fondo e di amare ogni attimo. Il secondo epilogo mi ha fatta morire davvero! Quando è finito con il primo epilogo mancava qualcosa, quest’ultimo ha permesso di chiudere il cerchio e farci svelare ogni dubbio. 

Questo volume è ricco di avventure all’insegna della ricerca di qualcosa, che porterà i nostri protagonisti a conoscersi sempre di più e piano piano ad innamorarsi l’uno dell’altro. Il loro amore si crea piano piano, ricco di incertezze e dubbi, è una storia magnifica e dolce forse una delle mie preferite di questa serie.

La penna della Quinn è fluida, coinvolgente, straordinaria!! Non posso fare a meno di consigliarvi questa lettura e dell’intera serie!! Mi raccomando non fatevi scappare l’occasione!


Il mio voto: 


Straordinario!!! Uno dei più belli!!!


Vi ricordo che la "Serie Bridgerton" è composta da:

1. Il Duca e Io ( 2020 - Simon e Daphne) Recensione
2. Il Visconte che mi Amava ( 2020 - Anthony e Kate) Recensione
3. La Proposta di Un Gentiluomo ( 2020- Benedict e Sophie) Recensione
4. Un Uomo da Conquistare ( 2021 - Colin e Penelope) Recensione
5. A Sir Phillip, con amore ( 2021 - Eloise - Phillip) Recensione
6. Amare un Libertino (18 Maggio - Francesca e Michael) Recensione
7. Tutto in un Bacio (15 Giugno - Hyachint e Gareth)
8. Il Vero Amore Esiste (13 Luglio - Gregory e Hermione)



Siamo quasi giunti al termine di questa serie spettacolare!!! Posso solo dirvi che sono tristissima che spero di leggere molte altre creazioni di questa fantastica autrice!





venerdì 11 giugno 2021

Blogtour: La città di sabbia di Laini Taylor - Tutti i gadget ispirati alla serie

 

Buongiorno meraviglie,

oggi torniamo da Karou che ha rapito il mio tempo con la sua nuova veste grafica di Fazi Editori.

Se non avete ancora letto questa trilogia fantasy Young adult dovete recuperarla!

 


Trama:

La studentessa d'arte Karou ha finalmente le risposte che ha sempre cercato. Sa chi è e cosa è. Ma, insieme a questa scoperta, un'altra verità affiora in superficie, una realtà che la ragazza farebbe di tutto pur di ignorare: ha amato un ragazzo che le è nemico, lui l'ha tradita e per questo il suo mondo è sconvolto. Ora, in una kasbah dimenticata nel deserto del Marocco, Karou e i suoi alleati si preparano a uno scontro definitivo contro l'armata dei serafini e sotto la luce delle stelle plasmano creature di potente forza distruttiva. Akiva, legato dall'appartenenza all'esercito degli angeli, ma gravato da un profondo conflitto interiore, inizia a progettare un altro tipo di battaglia: quella per il riscatto. Per la speranza.


 Oggi con me, scopriamo i gadget che sono esplosi tra le menti dei fan più accaniti e dei quali ero all’oscuro fino a pochissimo tempo fa.

Ebbene sì, perché sono una neofita anche io della storia di Karou e quando ho digitato su Google i titoli della trilogia e ho iniziato a perdermi nei meandri dell’internet ho scoperto un mondo!

 

Primo su tutti il mercato di Etsy propone tantissimi gadget ispirati alla serie!

 Primo su tutti i segnalibri:


Anche le spille sono molto gettonate:

 


Non mancano le card con le illustrazioni e le candele!

 


Ci sono anche bambole, magliette, tazze ispirate ai personaggi della serie, con frasi celebri e illustrazioni bellissime, cover per il cellulare.

Bracciali, collane e ciondoli non mancano poi di certo... 

Questo qui sotto rappresenta l'osso del desiderio che si riesce a trovare realizzato spezzato (come questo in foto) o intero. 


Ma ciò che ha rubato i miei occhi sono i tatuaggi temporanei che raffigurano quelli di Karou.


A presto,