lunedì 23 gennaio 2023

Review Party: Hell Bent di Leigh Bardugo

 


Hello readers! Credevo che questo momento non sarebbe più arrivato e invece... dopo tre anni... il momento è arrivato!

Non sto nella pelle nel farvi leggere questa recensione e ringrazio, come sempre, Martina Pes - la nostra Lettriceinfuga - per aver organizzato questo attestissimo evento!

Allora, che ne dite? Cominciamo!

Titolo: Hell Bent

Autrice: Leigh Bardugo

Genere: Fantasy/NA

Casa editrice: Mondadori

N°pagine: 456

Prezzo: 20,90€

Trama:

Trovare un portale per il mondo sotterraneo e rubare un’anima dall’inferno. Un piano semplice, se non fosse che le persone che compiono questo particolare viaggio raramente tornano indietro. Ma Galaxy “Alex” Stern è determinata a liberare Darlington, anche se questo le costerà il futuro alla Lethe e a Yale.

Impossibilitate a tentare un salvataggio perché non possono accedere alle risorse della Nona Casa, Alex e Pamela Dawes, l’assistente di ricerca, mettono quindi insieme una squadra di dubbi alleati per salvare il “gentiluomo della Lethe”. Insieme, dovranno navigare in un labirinto di testi arcani e artefatti bizzarri per scoprire i segreti più gelosamente custoditi dalla società, infrangendo ogni regola. Ma quando i membri della facoltà iniziano a morire, Alex sa che non si tratta di semplici incidenti. Qualcosa di letale è all’opera a New Haven e, se vuole sopravvivere, dovrà fare i conti con i fantasmi del suo passato e con l’oscurità insita nelle mura dell’università.

Denso di storia e ricco di colpi di scena nello stile magnifico di Bardugo, Hell Bent dà vita a un mondo intricato e indimenticabile, pieno di magia, violenza e mostri fin troppo reali.

Questa volta, premessa doverosa:



Purtroppo, se non avete letto il primo capitolo di questa serie, La Nona Casa, continuare con la lettura vi svelerebbe particolari importanti, quindi ALT QUI!


Ho atteso questa lettura per ben tre anni, ma sapete una cosa readers? Sono volati! E appena ho aperto Hell Bent, mi è sembrato di non aver mai "spezzato" una delle letture più coinvolgenti che io abbia mai fatto.

Merito anche - e soprattutto - della scelta della Bardugo, che ha deciso di riprendere la storia da dove si era conclusa con La Nona Casa: Alex e Pamela sanno che esiste un modo per salvare Darlington dall'Infermo, ma sono ben consapevoli che non sarà semplice, anche perché le informazioni sul come riuscirci sono davvero poche.

Certo non si arrendono, anche se... Nel suo continuo paragonarsi al "perfetto" Darlington, Alex si perde spesso in elucubrazioni, cercando di non sbagliare i passi che vorrebbe compiere, ma temporeggiando proprio tanto!

Qui, ancor più che nel primo capitolo, è fondamentale la presenza dell'Oculus della Casa Lethe. Pamela più che da sostegno pratico, diventa per la protagonista un vero e proprio sostegno morale. Ed è forse  proprio grazie a questo personaggio, oltre agli eventi certo, che Alex compie una vera e propria crescita.

Insieme  le due ragazze mettono su una vera e propria squadra di salvataggio che permette l'ingresso nella storia ad altri due personaggi... dai, sono magnanima e questi qui non ve li spoilero, ma posso dirvi che ognuno di loro nasconde un lato buio del proprio passato, particolare che rende l'intera storia ancor più affascinante e... realistica!

La Bardugo ci tiene, ancora una volta, ad impartirci una lezione fondamentale: tutti nascondo un pezzettino di oscurità, la perfezione e il bene assoluto non esistono.

E infarcisce di questa lezione anche l'ambientazione: Yale. Eventi fuori dal comune e strane morti, fanno uscire alla luce un campus che nulla ha a che vedere con le foto sulle sue brochure patinate... ma questo, chi ha già letto La Nona Casa, ormai lo aveva imparato.

In Hell Bent, l'ambientazione diviene maggiormente gotica e non delude le aspettative dei lettori che erano stati stregati da questa storia proprio grazie alle tinte dark con la quale la Bardugo aveva deciso di narrarla.

Vi confesso che avevo alte aspettative per questo secondo capitolo e, proprio per questo, temevo che questa uscita a distanza di anni, le avrebbe deluse tutte.

Era una lettura fatta in un periodo della mia vita completamente diverso, un periodo nel quale i libri erano il mio mondo e al di fuori di esso esisteva poco e niente.

E invece... sono stata riportata in una Yale dai toni grigi che mi ha ridato il piacere della lettura in un periodo più nero di questa storia. E per questo devo solo ringraziare la Bardugo e la sua penna, per queste nuove quattrocento pagine...


venerdì 16 dicembre 2022

Review Party: Royal's kiss di Adelia Marino

 

Buongiorno meraviglie,

Per il mio compleanno Adelia mi ha fatto un doppio regalo, oltre ad un nuovo libro, Royal's kiss appunto, me lo ha anche inviato in anteprima perciò parto con il ringraziarla!




Trama:

Chantal ha sempre avuto una vita felice e regolare, priva di grossi scossoni e vive nel ricco quartiere di Short Hills, New Jersey. Nonostante sembri socievole, però, l’unica persona di cui davvero si fida e con cui ha un rapporto profondo alla St. Elisabeth High School è il suo migliore amico. E poi c’è Royal, con cui è cresciuta. Erano inseparabili, ma il loro rapporto si è incrinato quando avevano solo otto anni e ormai non esiste persona che Chantal detesti più di lui. E poco  importa che i loro fratellini siano amici per la pelle o che i loro genitori si conoscano da sempre: Chantal non vorrà mai avere nulla a che fare con Royal Stevens.

Royal ha poche ma incrollabili certezze, e tra queste ci sono l’odio che Chantal Adams prova per lui e la testardaggine del destino che continua a spingerli l’uno nella vita dell’altra. Tuttavia, se è vero che l’irritazione tra loro non ha fatto che crescere negli ultimi dieci anni, è anche vero che ha preso radici una profonda attrazione impossibile da negare. E se Chantal è più orgogliosa di quanto si possa pensare, Royal sa per certo di non essersi mai tirato indietro di fronte a una sfida, e di certo non inizierà adesso.

Chantal è molto più che una ragazza benestante che sta per finire il liceo. Lei è una purosangue nelle famiglie facoltose del New Jersey e la sua antipatia per Royal risale a quando aveva solo otto anni.
Nemmeno a dirlo, Royal e Chantal si ritroveranno a dover passare del tempo insieme nonché ad abituarsi a condividere un amico in comune che li spalleggia entrambi.

"Era imprigionata, di nuovo. Ci stavo prendendo gusto, forse troppo."

Royal's Kiss è una storia ambientata al liceo che ci parla di un sottile odio/amore, di un primo amore e di due protagonisti esplosivi nonostante la loro giovane età.

La scrittura di Adelia, non smetterò mai di dirlo, mi piace sempre. È diretta, semplice e scorrevole. Per me è tra le autrici italiane più meritevoli e sono felice sia riuscita nell'impresa di uno young adult, perché finora l'avevo letta soltanto nel genere new adult/collegiale.
Anche l'ambientazione e il setting l'ho trovato descritto in maniera semplice e diretta e seppur il romanzo sia breve sono riuscita a entrare fin da subito in sintonia con i personaggi.
Infatti, nonostante i protagonisti sono ben caratterizzati fin dalle prime pagine, anche i personaggi secondari non sono da meno.

"Sapevo che starle così vicino era nocivo per entrambi e che non avrebbe portato a niente di buono, però mi piacevano il suo profumo e il modo in cui il suo corpo rispondeva al mio perché provava le stesse sensazioni."

La lettura è veloce, vista la quantità di pagine, e la consiglio a chiunque ami il genere dei romance Young adult, ma non solo. Royal's Kiss può essere letto e apprezzato secondo me anche a chi si sta approcciando agli hate to love perché è sicuramente ben bilanciata come componente, ma molto sottile e leggera. 

Un plauso va fatto anche alla grafica per la cover, a mio parere la più bella tra tutte quelle di Adelia, e colgo l'occasione per ringraziare The place of books per la partecipazione al review.


Il mio voto:





mercoledì 14 dicembre 2022

Recensione: Oggi è già domani di Maura R. - Resilience Vol.2

 Buongiorno meraviglie,

Oggi torno a parlarvi della dilogia di Maura R. con il secondo volume "Oggi è già domani" uscito con una nuova veste grafica il 1 Dicembre.

  


Trama:
«A domani, Leonardo.»
Tre parole. Escono dalle sue labbra sensuali come un soffio, un soffio con la forza di un uragano.
L’inverno sta finendo, ma qualcosa riporta il gelo nella vita di Andrea. La felicità ha sempre un prezzo e la sua durata è breve come un alito di vento.
Leonardo deve prendere la sua decisione. Andrea lo ha lasciato libero di scegliere. Da quel giorno per l’avvocato Furlan è come camminare sui carboni ardenti, ogni passo che fa può segnarla per sempre.
Nonostante un destino che pare essere già stabilito, i due protagonisti si ribelleranno in tutti i modi a questo. Lotteranno caparbiamente, si ameranno e si odieranno per le scelte fatte. Il loro sarà un salto nel vuoto, l’adrenalina guiderà ogni azione, fino al momento in cui i piedi toccheranno di nuovo terra.
Un volo che diventerà il loro personale viaggio tra presente, passato e futuro.
«Ti sto dicendo che io ci sarò per te. La domanda a cui dovresti rispondere è: tu ci sarai per me, domani?»

******************
Il romanzo non presenta capitoli nuovi o contenuti diversi dalla sua prima pubblicazione in self.
 

"Oggi è già domani" inizia con il prologo ambientato a sei mesi dopo dalla fine del primo volume e già questo mi ha stupita perché invece mi aspettavo che partisse all'esatto momento di stacco del primo.
Comunque, andiamo per gradi.
Come sospettavo, fin dall'inizio avremo una visione più chiara dal punto di vista di Leonardo e su ciò che è successo.

Non entrerò nei dettagli per evitare spoiler, ma da subito la storia è dinamica e ricca di colpi di scena.

Mi è piaciuto anche come la musica sia stata integrata nel romanzo senza risultare banale o forzata.

Come immaginavo ho rivalutato Leonardo che nel primo volume non mi aveva convinta a pieno, ma sapevo che dovevo ancora conoscerlo e sono riuscita a entrare in sintonia praticamente appena letto il suo pov. 
Andrea invece è stata riconfermata, una protagonista leale, vera e a tratti cinica. Una personalità forte, in grado di contrastare le debolezze di chiunque le stava intorno, lei a mio parere è la vera regina di questi libri. La sua consapevolezza e il fatto di portare a conclusione tutti i punti cardine della sua vita personale (all'infuori di Leonardo) me lo hanno confermato. 

Sinceramente, a mente lucida e fredda non so se avrei preferito un unico volume diviso in due parti piuttosto che una dilogia, separandoli in Parte uno e Parte due, ma comprendo che la prima edizione di questi romanzi sono stati scritti e pubblicati in un momento storico che ha sentenziato il boom delle dilogie/trilogie nell'ambito romance. 

Consiglio la lettura a chi non cerca uno stravolgimento, ma bensì un libro coccola per passare il tempo e svagare con la mente. Una dilogia in cui non mancano i colpi di scena, rimanendo sempre intima e confortevole. 

Il mio voto:
 








giovedì 1 dicembre 2022

Recensione: A domani: Resilience (Vol.1) di Maura R.

 Buongiorno meraviglie,

Oggi vi parlo di un'edizione che torna oggi in self! A domani è il primo della dilogia di Maura R.

Il presente Romanzo è tornato al suo contenuto originario, pubblicato in self nel 2016, non sono presenti capitoli o contenuti diversi/nuovi.


 


Trama: 

 Un equivoco, una causa.
Un ragionevole dubbio.
Una passione che divampa all'improvviso.

Per l’avvocato Andrea Furlan, affascinante donna in carriera, Leonardo Cacciari potrebbe rappresentare un pericolo, una duplice trasgressione. Sul piano professionale significherebbe andare contro il suo principio e su quello personale, fare un salto nel vuoto, cancellando anni di totale autocontrollo e l’innata capacità di tenere tutti ad una certa distanza.
L' arrogante imprenditore immobiliare catturato dai contrasti di una donna che porta con sé fuoco e ghiaccio, è determinato a conquistare la fredda professionista, sempre in fuga da se stessa e dai propri sentimenti.
Riuscirà a conquistare la sua fiducia e far sciogliere il suo cuore?
Lei sarà in grado di sfuggigli e ignorare ciò che prova?

Il destino non esiste …
Tutto dipende dalle scelte che siamo in grado di fare.
Da quanto siamo pronti a rischiare, a lottare, a crederci.
Da quanto siamo disposti a cedere per avere.
Tutto dipende da noi.


 

Andrea Furlan è avvocato socio di uno studio e, come spesso accade, viene scambiata per un uomo. Succede anche con Leonardo, lui è stato raccomandato da un suo amico, ma a lei non interessa rappresentarlo perché ha delle regole ferree alle quali non trasgredisce. Ma Leonardo sa essere convincente e seppur all'inizio sono come gatto e topo con battibecchi irriverenti, alla fine si ritrovano a stringere un rapporto.

Che tipo di rapporto? Eh, per sapere questo dovrete leggerlo!

La scrittura è in terza persona e so che questo a molte lettrici non piace, ma fidatevi che se è ben scritta come in questo caso, entrerete nella storia senza alcun tipo di problema.
L'ambientazione tutta italiana e curata. I personaggi, soprattutto i secondari, non mi hanno fatta impazzire, ma vedremo se mi ricrederò nel successivo e conclusivo volume.
Cosa dire della protagonista? Andrea mi è piaciuta tantissimo. Una donna forte, tenace, con una paura e sofferenza interna che nasconde bene grazie al cinismo. Leonardo l'ho apprezzato meno, sono sincera, soprattutto all'inizio troppo diretto, troppo cordiale, troppo anima incompresa... troppo tutto insomma. La crescita dei sentimenti è praticamente immediata per Leonardo, anche Andrea è coinvolta ma riesce ad affrontare quell'attrazione inaspettata con più razionalità.

Inutile dirlo, essendo una dilogia A Domani finisce con un bel cliffhanger e se di Andrea abbiamo un quadro completo di quello che è stato il suo passato, di Leonardo ancora ci sono troppe domande ancora in gioco. Per scoprirlo, non mi rimane che leggere Oggi è già domani, anche questo è già online!

Il mio voto:
 



venerdì 25 novembre 2022

Review party: Non sei il mio Romeo di Ilsa Madden-Mills

 Buongiorno meraviglie,

Grazie alla casa editrice Always publishing ho potuto leggere Non sei il mio Romeo così da parlarvene; quindi, bando alle ciance e continuate a leggere!

 

Trama:

Elena ha due Romeo nella sua vita: il primo è il suo adorabile maialino da compagnia. Il secondo, un giocatore di football con la peggior reputazione di tutto il campionato...

Tutto comincia con una bugia, nel giorno più romantico dell’anno.A San Valentino, Elena ha un appuntamento al buio con un meteorologo locale in un ristorante glamour. Non ha voluto vedere in anticipo il volto di Greg per non rovinarsi la sorpresa.Ma quando non trova il suo cavaliere ad attenderla davanti al locale e in più, l’unico uomo da solo lì dentro è già accomodato a tavola e sta mangiando, l’inizio non sembra promettente.Ora, Greg non ha l’aspetto da nerd che Elena si aspettava. Tutt’altro... è un tipo dal fascino assassino con stupefacenti occhi color ambra.Da un esordio zoppicante, la serata più romantica dell’anno diventa una perfetta notte d’amore, però il mattino seguente la verità sarà comunque una doccia fredda per Elena: non solo Greg non è un meteorologo, ma non è neppure Greg, visto che il cavaliere di San Valentino si chiama Jack ed è un bellissimo quarterback di professione, recentemente finito in disgrazia... del resto Elena avrebbe dovuto intuirlo quando lui le ha addirittura proposto un accordo di riservatezza.Non è un problema, tanto lei lo ha firmato a nome di Giulietta Capuleti, e sta per fare ritorno nella piccola cittadina di Daisy, quindi buona fortuna a quel quarterback bugiardo se mai volesse rintracciare una bibliotecaria di provincia!Jack Hawke sarà una mega star del football ma sta attraversando un periodo terribile. La sua ex fidanzata bugiarda gli ha messo contro l’opinione pubblica e, se non bastasse, è stato coinvolto in un incidente con un ragazzino.Per recuperare, Jack prova a piegarsi alle richieste peculiari del suo giovane fan, che lo conducono proprio a Daisy, in Tennessee. Più precisamente, sul palco del teatro comunale insieme a una bibliotecaria di sua conoscenza, che sta per interpretare il ruolo di Giulietta. Una ragazza tenera e caparbia, che in una notte gli ha rubato il cuore... per conquistarla, Jack sarà pronto a vestire il ruolo di Romeo?

 

Elena è la protagonista di questa frizzante storia che inizia proprio con accadimenti deliranti e divertenti. Nel giorno di San Valentino ha un appuntamento al buio, così nervosa, sospettosa e poi infuriata si siede al tavolo con il ragazzo che indossa la camicia blu che invece di aspettarla sta già degustando la sua cena. In un mare di parole e fraintendimenti la serata prosegue ed entrambi rimangono affascinati l'uno dall'altra. Il problema? Quell'uomo magnifico non è il suo appuntamento al buio e lo scopre solo la mattina successiva quando si sveglia nel suo letto e lui non c'è.
Jack è un campione sportivo e in un modo o nell'altro finisce sempre nel mirino dei tabloid. Il suo passato l'ha plasmato e le ferite sono ancora aperte perché le persone intorno a lui sembrano approfittarsi del suo animo e alla fine ci lanciano il sale sopra.

Elena è una chiacchierona ed è impossibile trattenere il sorriso quando si leggono i suoi dialoghi. La costruzione del suo personaggio, come anche quella maschile, l'ho trovata autentica e
Jack è il protagonista maschile che non ti aspetti. Il suo pov è minore, o almeno così mi è sembrato leggendo, di quello di Elena, ma a colpirmi sono stati i particolari che ha snocciolato nel corso delle pagine a sorprendermi. È timido e ascolta musica pop, chi lo direbbe mai di un quarterback di football professionista?

Lo stile dell'autrice è divertente e spassoso, ma la bravura di Ilsa Midden-Mills sta nel saper dosare le pillole divertenti a quelle di riflessione e più cupe. Infatti, seppur si parla di una commedia romantica non mancherà quella punta di dolore che è in grado di farci empatizzare con i protagonisti, entrambi hanno alle loro spalle situazioni poco piacevoli in cui è possibile immedesimarsi.

Il setting è semplice ma credibile, la componente sport molto sottile e per niente invadente, trovo che è più spiccata quella del celebrity romance evidenziando tutti i retroscena dell'essere un personaggio famoso dello star sistem.

Ilsa Midden-Mills si è confermata, con questo titolo, una vera professionista. È riuscita a convincermi e a piacermi con due titoli che in comune hanno solo il lieto fine. Due storie diverse, con protagonisti ancor più distanti, ma credibili e che si lasciano amare. 

Il mio voto:



venerdì 18 novembre 2022

Review Party: Non scappare di L.A Cotton

 Buon pomeriggio appassionati lettori, 

Oggi dopo tanto tempo torno a parlarvi di un'autrice che adoro e di cui ho letto davvero ogni uscita, e non poteva che essere L.A Cotton con il suo nuovo libro "Non Scappare" , primo volume della saga Black Hearts Still Beats, questa volta edito Kiss Publishing. 


Trama: 

Il nuovo "tesoro" del Country sta per mostrare ai cattivi ragazzi del Rock che basta un solo battito perché tutto cambi. Evangeline Walker sa quanto in fretta tutto possa cambiare.
Ma nulla può prepararla al momento in cui incontra Rafe Hunter. Intensi occhi grigi. Sorriso malizioso. Tatuaggi incisi sulla pelle che implorano solo di essere toccati. Il fatto che lui sia il bassista della rock band più in voga d'America è la ragione per cui lei dovrebbe scappare e non guardarsi mai indietro.
Tutti sanno che le più grandi storie d'amore iniziano tutte da qualche parte....questo è il loro inizio.


Vi premetto che è un libro totalmente nelle corde della nostra Cotton, ricco di temi importati che riesce a presentarci con una chiave meno pesante ed appassionante rendendo possibile anche ai ragazzi più giovani di comprendere. Il tema della malattia non è mai un tema facile, spesso si parla di come si fa a vivere con un male incurabile ma pochi raccontano cosa si prova una volta che si è guariti, quella sensazione di sopravvivenza, quel bisogno di dimostrare a sé stessi e agli altri che ne è valsa la pena. Ecco questa è la storia di Evangeline. Eva è una ragazza giovane di diciotto anni che ha superato una brutta malattia e adesso è arrivato il momento di riprendersi, ma per lei non è facile, non riesce a convivere con questo e quindi ogni cosa le sembra più pesante, vive da reclusa e solo l’aiuto della sua famiglia e della sua migliore amica Molly riusciranno a tirarla fuori da questo buco nero.

Eva si fa convincere ad iscriversi ad un concorso di musica country e durante questo evento conosce il batterista della Band Black Hearts, Rafe Hunter e qualcosa scatta immediatamente tra loro, una connessione una complicità inaudita e in qualche modo la cambia. Piano piano evolve e grazie allo stile della Cotton riusciamo a vedere questa evoluzione della protagonista in maniera straordinaria.

Il volume infatti, a differenza del solito metodo di scrittura dell’autrice, è in prima persona e ci permette di conoscere ogni pensiero della nostra Evangeline. Questa volta a restare più misterioso è Rafe, non potendo sapere cosa pensa e cosa prova, ma spesso ci è possibile comprenderlo tramite lo sguardo di Eva e gli amici di lui.

Ammetto che mi sono piaciuti moltissimo anche tutti i protagonisti secondari, Molly si dimostra una vera amica, quella che c’è sempre, in prima fila per battersi per te. Mi è piaciuta molto e spero che le verrà ricavato molto più spazio nei prossimi libri come agli altri musicisti della band.

Questa volta le ambientazioni sono molto più minimaliste nei luoghi, e viene dedicato molto più spazio ed attenzione ai dialoghi e alla musica. 

Il finale aperto non ci voleva, è qualcosa che non ti aspetti così, che ti fa mettere le mani nei capelli e strepitare per avere il seguito quanto prima, questo è il potere della Cotton, farti innamorare dei suoi libri e non permetterti mai di abbandonarli fino a che non sai ogni sfaccettatura del loro futuro.

La penna dell’autrice non si smentisce mai e risulta così una lettura fluida e coinvolgente. Se volete un libro dove la storia d’amore risulta romanticissima e ogni istante è un colpo di scena non potete fare altro che lasciare qualsiasi lettura stiate facendo e abbandonarvi totalmente a questo meraviglioso volume!!!



Il mio voto: 



Che ne pensate? Vi ispira questa storia? 

Fateci sapere la vostra!!







giovedì 17 novembre 2022

Review Party: Croce e delizia di Laura Rocca


 


 Buongiorno meraviglie,


Come noterete dal titolo oggi torno con una storia uscita in self-publishing poche settimane fa.

 


Trama: 

Ho trascorso una sola serata con Jude Hamilton senza sapere che è il capitano dei Birds Of Prey, la squadra di basket più forte dell’NBA, ma non la dimenticherò mai.
 
E anche se vorrei evitare di ricordare ciò che è accaduto tra noi, ogni volta che incrocio quegli occhi magnetici mi domando come sarebbe se mi guardasse davvero, se mi vedesse ancora una volta, proprio come quella notte.
 
Jude è ricco, famoso e molto più grande di me, può avere qualsiasi donna e, soprattutto, è un padre single, quello di Lizzy, la bambina a cui faccio da tata. Mentre io... Da interessante sconosciuta con cui condividere il tempo sono diventata solo una ragazzina che sta cercando di mettere da parte i soldi per il suo futuro incerto. 
 
Da adesso in poi sarà solo il mio capo, anche se… ogni giorno che passa diventa molto più di questo, mi mostra lati di sé che nessuno conosce ed è sempre più difficile riuscire a tenere sotto controllo la tensione che ci avvolge quando siamo entrambi nella stessa stanza.
 
Ci insegnano sin da bambine che i sogni son desideri, ma è anche vero che certi sono proibiti.

 

Cos'è Croce e Delizia?
Sport romance: perché il nostro protagonista maschile è un giocatore NBA.
Age-Gap: la differenza d'età è percepibile fin dall'inizio così come lo status sociale.
Single parent: è la caratteristica che mi ha conquistata fin dalla trama.
Forbidden: giusto un pizzico per i ruoli professionali.

Non vi ho ancora convinte?
Bene, lasciate che vi parli un po' di più della storia.
Jude è Autumn come ho accennato provengono da due mondi diversi e nei primi capitoli Laura ci immerge nella loro quotidianità, tanto da rendere palese lo status sociale di entrambi.

Pensano tutti e due sia una breve parentesi nelle loro vite quella di incontrarsi per puro caso una sera e parlare con uno sconosciuto. Non di certo che un giorno, molto vicino, si troveranno faccia a faccia per questioni lavorative.

È così che la relazione capo-dipendente si intreccia con quella ricca di attrazione.

La storia scorre fluida per la maggior parte, alcuni punti li ho trovati più lenti ma comprendo che servivano per far respirare la storia e che erano anch'essi punti chiave per la buon riuscita del plot.

Laura è brava a farti odiare e amare un personaggio insieme. Ammetto di aver trovato Jude esasperante perché: come poteva non vedere come stavano insieme lui e Autumn? L'ho tollerato a stento per il suo modo di tirarsi indietro mascherando i sentimenti per poi tornare a farsi amare da me e da Autumn che invece è stata stoica e a mio avviso una bellissima protagonista femminile che fin da subito ha tenuto il punto fermo su ciò che sarebbe stata: ovvero perfetta per Jude.

La componente sport romance mi ha sorpresa, non mi aspettavo che lo sport fosse così presente e ben descritto riuscendo a farmi appassionare. 

Inutile dire che lo consiglio, è un romance dolce e pieno di sentimento, capace di farti perdere il contatto con la realtà pur avendo una trama semplice e confortevole.


Il mio voto:


giovedì 10 novembre 2022

Review Party: Una dote di Sangue di S. T. Gibson

 


Hello readers! Ebbene sì, dopo una lunga scomparsa causa "affari da adulti" - la vecchiaia ha colpito anche la vostra Virginia purtroppo - ritorno a parlarvi della mia ultima, interessante lettura...

Sarebbe stata perfetta per Halloween e ormai siamo al 10 di novembre, ma per coma la vedo io è sempre un buon momento per le recensioni dark. Che ne pensate?

Quindi, ALT!

Se siete lettori e lettrici impressionabili, la storia della quale state per leggere potrebbe non fare al caso vostro...

...ma se adorate le atmosfere gotiche, medievali e piene di sangue, accomodatevi!

Il titolo di oggi è


Titolo: Una dote di sangue

Autorice: Saint T. Gibson

Casa Editrice: Mondadori

Genere: Dark fantasy - Gotico

N° pagine: 336

Data d'uscita: 1 novembre 2022

Prezzo: € 18,00 cartaceo - € 8,99 ebook


Trama:

Gli uomini che hanno ucciso la sua famiglia e bruciato la sua casa l’hanno lasciata a terra agonizzante, vittima di una guerra che nessuno ricorda più. Ma un misterioso straniero riccamente vestito la trova, la salva a un soffio dalla morte e le dona una nuova vita e un nuovo nome: Constanta, colei che è determinata a vivere.

È così che la figlia del fabbro di un villaggio della Romania medievale diventa la sposa perfetta per un re immortale. Insieme attraversano i secoli e i paesi, da Vienna alla Spagna, da Pietrogrado a Parigi. Quando però lui coinvolge nella sua rete di passioni e inganni anche una machiavellica gentildonna e un attore squattrinato, Constanta inizia a capire che il suo amato è capace di atti orribili. E dopo essersi alleata con i suoi consorti di sangue – la bellissima Magdalena, il brillante Alexi – inizia a svelare gli oscuri segreti del marito.

Constanta si ritrova a scegliere tra libertà e amore. Ma i legami costruiti con il sangue possono essere spezzati solo dalla morte.


Quando ho accettato di partecipare a questo evento - e a proposito, lasciate che io ringrazi pubblicamente Martina Pes per aver organizzato tutto! - non avevo minimamente colto la grande allusione ad uno dei personaggi più famosi del genere gotico... nonché marito della protagonista!

Mea Culpa, sarà l'età...

Questa scoperta, e non farò spoiler, ha reso la lettura maggiormente interessante, specialmente per un'appassionata di

- Medioevo 
- genere gotico
- legende dell'Europa centrale (Romania in questo caso)

... di indizi, fin qui, ve ne ho dati già abbastanza. Se non avete capito chi è l'ingombrante figura maschile di questa storia, allora ahimé vi toccherà proprio leggere Una dote di sangue per scoprirlo!

Tornando alla nostra protagonista, invece, la poverina viene sì salvata da un destino infausto, ma sembra che la sorte non le sorrida molto. Non per la vita eterna donatale dal marito... ma più per il tipo di marito.

Scene gotiche a parte, analizzando la loro relazione con l'occhio critico del 2022, la prima cosa che fa l'uomo è un'operazione di renaming (Constanta non è il vero nome della protagonista), un po' come Robinson Crusoe con Mercoledì per intenderci. E il gesto coloniale ha uno scopo ben preciso: marcare la proprietà, della donna in questo caso.

Red Flag si direbbe oggi, giusto?

E, di fatti, questo primo segnale di pericolo non mente.

Nel corso dei secoli, la storia tra Constanta e il suo padrone/marito non è neanche lontanamente idilliaca... ma Constanta, come ogni succube in una relazione tossica, sembra quasi non accorgersene, soggiogata da un amore malsano che nuoce solo a lei.

Solo quando lui allarga la loro relazione ad altre due persone, figure losche a differenza della moglie, la donna sembra tornare alla realtà, decidendo finalmente che deve libellarsi e liberarsi di lui... anche se si tratta di un sovrano immortale.

Una dote di sangue ha tutte le caratteristiche che un buon libro gotico dovrebbe contenere, nonostante Saint T. Gibson per certi versi non racconti quasi nulla di nuovo. È crutento, è cupo, scorre sangue ovunque e riesce a soddisfare ogni desiderio del lettore dark.

Ad avermi particolarmente colpita però, è l'utilizzo di un personaggio famoso, sia della letteratura che della storia medievale, per scopi che si sposano molto bene con la presa di coscienza delle donne del 2000.

Per la prima volta, almeno nella letteratura contemporanea, vediamo un altro lato del vampiro più famoso di tutti i tempi - OPS! Altro indizio! Non solo alle prese con la sete di sangue e di potere. Un aspetto più domestico che però, attraverso gli occhi di Costance, quelli che raccontano l'intera storia, fa riflettere su una determinata figura maschile.

Ad un'osservazione più ravvicinata, Una dote di sangue, è molto più del libro dark che aprite quando sentite odore di zucca e caramelle, per questo motivo ve ne consiglio la lettura, qualunque sia il periodo dell'anno... e sì anche in questo Natale che si avvicina pericolosamente!




venerdì 21 ottobre 2022

Review Party: Non ti chiedo altro di Vi Keeland e Penelope Ward

 Buongiorno meraviglie,

Oggi torno a parlarvi di un duo che amo sia in coppia che quando scrivono sole. Si tratta di Vi Keeland e Penelope Ward in uscita oggi con la Newton Compton editori che ringrazio per la copia in anteprima.

 

Trama:
 Trovare una coinquilina non è mai semplice, e Molly lo sa meglio di tutti. 
 
Da quando ha pubblicato l’annuncio diverse ragazze si sono presentate alla sua porta, ma nessuna aveva i requisiti giusti. 
 
Molly sta per perdere le speranze, quando all’ultimo appuntamento concordato si presenta… Declan. 
Molly non ha alcuna intenzione di dividere l’appartamento con un uomo, ma il fascino di Declan, il suo umorismo e la sua insistenza la convincono. 
 
Stabilita una serie di regole di convivenza, i due diventano presto amici: il legame che si crea tra loro è talmente forte che cominciano persino a darsi consigli sulle rispettive vite amorose. 
 
Ma a forza di parlare dei propri sentimenti, di fingere di flirtare e, addirittura, di uscire insieme per far ingelosire le loro cotte, Molly e Declan si rendono conto che forse il loro feeling va ben oltre quello che ci si aspetta tra coinquilini…


Molly è alla disperata ricerca di una coinquilina, tutte però sono strane, non vanno bene con le sue abitudini e non sembrano affidabili. Tra le candidate si inserisce con l'inganno anche Declan.
Un ragazzo gentile e carismatico che Molly ritiene perfetto se non fosse che ha un pene e lei ha escluso l'intera categoria nella ricerca per la condivisione della casa.
Lui però fa breccia nelle sue sottili finanze e riesce a convincerla... così nasce una splendida amicizia.
Sì. Nessuno dei due si aspettava di andare tanto d'accordo con l'altro.

Si crea un'atmosfera sincera, fatta di battutine sagaci e consigli utili mentre l'attrazione cresce e si riscoprono curiosi dell'altro.

Il pov è alternato e le autrici si riconfermano in collisione nello scrivere a quattro mani. La scrittura è fluida e scorrevole.
La crescita dei sentimenti è ben bilanciata anche se in alcuni punti l'ho trovata un po' lenta, ma comprendo le scelte delle autrici del voler far soffrire un po' la lettrice avida che c'è in me. E il plot abbastanza banale e scontato, diciamo che quando ho iniziato a leggere mi aspettavo una storia diversa, più frizzante da un punto di vista di trama, invece si è rivelata piuttosto piatta.

La storia non è la migliore del duo, ma si lascia leggere. È leggera e per una lettura confortevole va più che bene. 

Il mio voto:
 


martedì 18 ottobre 2022

Recensione: Sweet Enemy di Kristen Callihan - Review Party

 Buongiorno meraviglie,


Era giugno quando abbiamo parlato di Pretty Enemy, perciò chi sono io per negarmi la lettura in anteprima di Sweet Enemy?
Nessuno.
Ecco perché ringrazio la casa editrice Always Publishing per la copia!

Trama:

Emma Maron è ufficialmente a pezzi: è una stella nascente nel panorama hollywoodiano ma la produzione ha ben pensato di eliminare il suo personaggio dalla popolare serie tv fantasy in cui recita. In cerca di consolazione, vorrebbe gettarsi nell’abbraccio del suo fidanzato… ma trova Greg già impegnato a stringere un’altra, e senza vestiti. La batosta è tremenda, e a Emma non resta che battere in ritirata, in un luogo appartato, lontano da tutto e tutti.
Ma esiste, un posto del genere?
Sì. È Rosemont, la splendida tenuta californiana di proprietà di Amalie, un’amica della nonna. L’adorabile signora francese la accoglie nella propria dimora da sogno, però si è dimenticata di specificare che sta ospitando anche qualcun altro: un affascinante ma burbero ex-giocatore di hockey. Una star del ghiaccio… che Emma scambia per un semplice e scontroso autista.
Anche Lucian Osmond sta vivendo un periodo duro. Per colpa di un infortunio ha detto addio alla divisa e al ghiaccio, e adesso si sente perso. Nel tentativo di ridare senso alla propria esistenza ormai allo sbando, Lucian ha traslocato a Rosemont e ora aiuta la nonna con la manutenzione e soprattutto con la cucina. Perché insospettabilmente, l’unica altra cosa a dargli soddisfazione, oltre all’hockey, è la pasticceria. Fino all’arrivo di Emma.
Il riottoso Lucian, naturalmente, tutto vorrebbe fuorché doversi occupare di una star caduta in disgrazia. Cede solo per accontentare la nonna, e si ritrova così a stretto contatto con la Principessa Anya per scoprire che la donna oltre il personaggio è ben più di un fisico mozzafiato. Senza volerlo, Lucian si sente sempre più coinvolto e ritrova una scintilla di vitalità nel preparare deliziosi dolcetti per Emma. Basterebbe solo un pizzico di dolcezza per imboccare la strada di una seconda possibilità. Con lo zampino dell’irrefrenabile nonna Amalie e il profumo dei dolci appena sfornati che pervade l’aria come una magia, Emma e Lucian riusciranno a resistere alla tentazione dell’amore?

 

 

Emma è un'autrice di spicco nella sua serie, purtroppo però ne viene tirata fuori non per sua scelta e si ritrova con un pugno di mosche e un cuore spezzato. Sconsolata e arrabbiata non sa cosa possa farla stare meglio, ma sua nonna ha la risposta: la tenuta Rosemont della sua amica Amalie.
Lucian è un giocatore professionista, un uomo che fino a qualche mese fa aveva tutto. Ogni cosa che desiderava era reale e ai suoi piedi. La vita però lo spezza e in men che non si dica si ritrova burbero e solo senza la minima voglia di fare... niente. Così è rintanato nella tenuta di sua nonna, quella in cui è cresciuto e che già una volta gli ha sanato ferite profonde.

Due cuori infranti che hanno bisogno di sanare le ferite lontane dai riflettori e da tutti gli esseri viventi presenti sulla terra.
Un posto accogliente, isolato, protettivo e rigenerante.
Una dolce nonnetta tutta pepe.
Il tiepido sole californiano e dei dolci a soddisfare ogni palato.

Cosa manca?
Beh, ancora non ho detto di quanto i protagonisti si attraggano.
Insomma, come biasimarli, entrambi volevano la privacy per riappropriarsi della tranquillità che manca alla loro vita e si ritrovano a dover studiare, marchiare e osservare ogni presunto movimento voluto o no dell'altro.

Kristen Callihan ha creato due personaggi persi, avviliti e scoraggiati e li ha resi forti insieme

Anche se in questo volume la caratteristica "enemy" mi è un po' mancata, il libro è ben costruito. Il pov è alternato e tra le pagine si affrontano tematiche importanti, anche se in modo semplice. 

La Callihan per me è stata una vera riscoperta, sono felice di aver continuato a leggerla e averle dato un'altra chance dopo che qualche anno fa avevo letto un suo libro e non mi aveva convinta a pieno... Le ho dato un'altra chance e quest'anno mi ritrovo a recuperare anche altri suoi libri oltre che alle nuove letture. Per cui, se potete recuperatela. I suoi romance sono frizzanti, mai banali e anche se vengono costruiti su una base tempistica piuttosto breve sono approfonditi. 

Che altro posso dire se non che aspetto altri suoi libri? Perchè, che sia da sola o in compagnia, ormai è un punto di riferimento per le mie letture!

Il mio voto: