martedì 16 luglio 2019

Review Party | Recnsione: Piacere di conoscerti di Rachel Winters


Hello readers!

L'invito all'evento di questo pomeriggio mi è arrivato tramite messaggio privato, da una conoscenza virtuale che di certo non sapeva di aver fatto centro.

La povera Raffaella del blog "The Reading's Love - L'amore per i libri" probabilmente non aveva la minima idea della trasformazione che un'accanita lettrice di non-fiction, like me, subisce sotto l'influsso di una qualunque romantic comedy anni Novanta made (esempi? Notting Hill, Il matrimonio del mio migliore amico, C'è post@ per te, Quattro matrimoni e un funerale... devo continuare?)...


Figuriamoci leggendo un titolo come

PIACERE DI CONOSCERTI

di Rachel Winters

che parla di romantic comedy e meet-cute!

Titolo: Piacere di conoscerti

Autore: Rachel Winters

Casa editrice: Mondadori

Genere: Romanzo

Data di pubblicazione: 16 luglio 2019

N° pagine: 348

Prezzo: cartaceo € 19,00

Trama:
Dopo sette anni come assistente, la ventinovenne Evie Summers è pronta a ottenere finalmente la promozione che merita. Ma l’agenzia televisiva e cinematografica che tiene in piedi da dietro le quinte naviga in pessime acque, ed Evie rischia di perdere il lavoro. Secondo il suo capo, c’è un unico modo per evitare il tracollo: riuscire a convincere il loro cliente più importante e arrogante, il premio Oscar Ezra Chester, a completare la sceneggiatura di una commedia romantica per Hollywood.

Il problema? Ezra ha il blocco dello scrittore e non sa nemmeno da che parte incominciare. Inoltre non crede all’amore e detesta le commedie romantiche, che non considera all’altezza del suo grande talento. Incuriosito però dalla caparbietà di Evie, le propone uno scambio: si metterà a scrivere solo se lei gli dimostrerà che ci si può innamorare proprio come succede nei film. E cioè mai.

Evie non può fare altro che accettare e si imbarca in un appuntamento dopo l’altro per incontrare un uomo nello stesso modo in cui Sally incontra Harry o Hugh Grant si imbatte in Julia Roberts.

La realtà però è un po’ diversa ed Evie si ritroverà ad affrontare una serie di umiliazioni, con esiti disastrosi…


Yes, ma non è proprio questo il bello di questi film? 

Do per scontato che stiate annuendo tutti, quindi continuiamo per il momento tanto atteso di questo Review Party!



Non lo faccio mai, ma estate + lavoro + ferie a dicembre sono un mix esplosivo che mi porta ad essere particolarmente perfida verso il genere umano, e voi, cari lettori, purtroppo ne pagate le spese questo pomeriggio. So... MEGA SPOILER: "Piacere di conoscerti" di Rachel Winter, mi ha piacevolmente stupito!

Se siete appassionati di commedie romantiche (io aggiungerei inglesi) potreste anche comprare questo libro ad occhi chiusi, cioè DOVRESTE correre in libreria ora...

Notting Hill Bookshop
Qui magari!

...ma continuare a leggere questa recensione, non può farvi che bene!

Tessere le lodi generali del libro sarebbe semplice, ma possiamo partire dal personaggio principale:

Evie Summers si è buttata a capofitto nel lavoro dopo la classica delusione sentimentale in puro stile romantic comedy, lei che nel tempo libero vive di Netflix e film pieni di romantici cliché. Le sue  intenzioni erano di mettere una gigante X sull'amore nella vita reale, e concentrarsi esclusivamente sull'avere una promozione... ma sembra proprio che per riuscirci, dovrà innamorarsi!

Inizia quindi ad inscenare una serie di meet-cute davvero esilaranti, che Bridget Jones scansate!


Ovviamente, a spingerla verso improbabili incontri e casi umani c'è l'onnipresente eterogeneo gruppo di amici.

Se iniziassi a parlarvi del circo che Evie Summers incontra lungo la sua strada verso la promozione ad agente cinematografico, potremmo passare tutta la serata a riderne, ma preferisco parlare della tenacia con la quale la ragazza continua - per puro amore verso la carriera - a buttarsi a capofitto in scene da grande scherma, che nella realtà si rivelano degli enormi fallimenti.
In realtà, questi catastrofici meet-cute hanno più di un lato positivo... che la nostra protagonista non nota assolutamente! Non farò altri spoiler in questa recensione, quindi vi cito solo il mio preferito: quanto più gli incontri diventano surreali, tanto più Evie è costretta a descriverli fedelmente, ritornando ad una passione che aveva ormai accantonato, la scrittura.

Gli altri due aspetti positivi sono legati ai personaggi maschili della storia: Ezra Chester e Ben, il primo, un giovane e sexy scenografo; il secondo, un non meno sexy dad, con tanto di piccola e dolce peste al seguito. Forse è proprio nella caratterizzazioni di questi due co-protagonisti che si annida l'unica pecca di questo romanzo, i due uomini ricordano - e anche troppo - Daniel Cleaver e Mark Darcy della Fielding. Probabilmente, però scrivere un libro di questo genere senza cadere in scene, situazioni e personaggi già largamente utilizzati da scrittori e scrittrici che hanno fatto del romanzo rosa la loro bandiera, è un'impresa quasi impossibile e anche abbastanza insensata: chi legge romanzi rosa o guarda romantic comedy, lo fa proprio cercando determinati pattern narrativi. E tentare in qualche modo di rifuggirne, sarebbe una sorta di tradimento della fiducia del lettore o spettatore di turno.

Rachel Winters, con la sua scrittura ironica e, al contempo, sofisticata, carica di humor e in grado di non cedere allo squallore - benché alcune scene presentino una tale difficoltà - può essere una lettura da ombrellone, quanto una lettura da week-end in poltrona. "Piacere di conoscerti" è un romanzo piacevolmente leggero, un sofisticato break post lavoro o tra una sessione d'esami e l'altra. 348 pagine di episodi esilaranti che leggerete una dopo l'altro, senza sentire il dovere di rimuginare sui fatti, tentando ad ogni costo di scoprirne un profondo significato tra le righe. Una storia non pretenziosa, e quindi, proprio per questo motivo, maggiormente apprezzabile...

...in pratica: riderete per gli incontri di Evie, vi schiererete tra Ezra o Ben e sentirete la mancanza di un film che non dia a tutto e tutto un volto reale!


Ma questo lo sapevate già!



Review Party: "Frammento" di Ellie Wade

Buongiorno meraviglie, 
eccoci di nuovo con un'altra uscita Hope Edizioni!
"Frammento" è il libro di Ellie Wade che in molte stavano aspettando, compresa me!




 Titolo: FRAMMENTO

Titolo originale: FRAGMENT
Autore: Ellie Wade
Editore: Hope Edizioni
Genere: Contemporary Romance / New Adult
Prezzo: eBook € 3.99 - cartaceo € 14,90
Pagine: 252

Trama:
Cosa succede quando qualcosa di terribile riesce a distruggerti? Diventi un frammento di te stessa. 

Campbell Stevens è all’ultimo anno di liceo, è sempre stata una studentessa modello ed è sulla strada giusta per realizzare tutti i suoi sogni.
Ma per perdere tutto basta una sera... 
Immersa nell’incubo di un’esperienza traumatica che non riesce a superare, Campbell decide di rinunciare all’amore e di vivere da sola e senza coinvolgimenti sentimentali, almeno finché non si imbatte in Deacon Montgomery, un vigile del fuoco di Chicago. Più lei lo respinge, più lui diventa ostinato nel cercare di conquistarla.
La vita ha ridotto a pezzi Campbell, riuscirà Deacon ad aiutarla a rimettere insieme tutti i frammenti? O lei è destinata a restare danneggiata per sempre?

Conosciamo Campbell quando è all'ultimo anno, durante la pausa di primavera. Una ragazza seria che vuole il meglio, concentrata sui suoi obiettivi. Basterà una sera però a farle cambiare il suo pensiero sulle persone e su come gira il mondo. Se già prima era reticente a qualsiasi avance, un'esperienza traumatica la bloccherà nella sua comfort zone per diversi tempo. 
Aveva solo deciso di concedersi qualche sorta di divertimento e le si è ritorto tutto contro, ora, cinque anni dopo, vuole stabilità e tranquillità e soprattutto non si fida più di niente e di nessuno. 

Un colpo di fulmine.
Uno sguardo sognante che nasconde timore.

In pochi attimi la vita di Deacon, sexy pompiere di Chicago, viene stravolta da questi piccoli particolari. 

Dalla trama ad essere sincera non mi aspettavo due protagonisti così inusuali. A parte il fatto che sono stati ben caratterizzati, l'autrice li ha resi particolari e diversi da quelli che sono i canoni del romance. 
Pensavo di sapere come si sarebbe evoluta la storia e invece capitolo dopo capitolo sono rimasta sorpresa.

Una paura insidiata nel profondo che non permette di andare avanti, che spezza ogni mossa si voglia fare. Sono stata spesso a chiedermi, durante la lettura, se fosse la convinzione quella che mancava a Campbell e che invece vedevo presente in Deacon, e invece no. Ho realizzato che oltre ad uno scudo, il problema era a livello psicologico, molto più insidiato e devastante. Tanto da non permettersi di amare e di farsi amare. Una realtà che mi ha colpita come un treno perché ho realizzato che ognuno elabora le ferite a suo modo. Non è che non lo sapessi, certo, ma mi ha fatto riflettere su quanto rispetto a altri romanzi in cui la protagonista si lascia andare pur avendo un passato difficile e dei traumi con una semplice carezza. Con Campbell non è così. Per trovare l'amore verso se stessa sarà un viaggio lungo, una strada lastricata di buona volontà e di voglia di provarci. Un percorso difficile con accanto però un ragazzo buono, gentile e premuroso. Un protagonista per nulla dark, ma che mi ha fatto battere il cuore lo stesso. 
Lo stile di scrittura mi è piaciuto per essere il primo libro della Wade che leggo, così come la caratterizzazione dei protagonisti che ho trovato fedele alla trama e soprattutto per tutta la durata della storia. 

Purtroppo, mi è dispiaciuto non essere entrata in sintonia con la storia dal 70%. In alcuni punti ho faticato ad andare avanti, ritrovandomi a saltare qualche parola per capire se poteva succedere qualcosa di succulento così da tenermi incollata alle pagine. Invece c'è stato un indebolimento, non è scattata la scintilla. Dalla trama si evince abbastanza bene la storia e la si può immaginare a grandi linee e seppur ci siano dei risvolti che non mi aspettavo, purtroppo l'ho trovata molto prevedibile. 
Ciò non toglie nulla alla bravura dell'autrice, e alla traduzione, perchè è riuscita a cucire un protagonista maschile fuori dall'ordinario con una famiglia che fa da contorno a dir poco affascinante. 

Il mio voto:



lunedì 15 luglio 2019

Review Party: "Una possibilità" di B.J. Harvey [One Shot - Chances #1]

Buongiorno meraviglie,

siete sotto l'ombrellone o preferite la montagna? Io sono nel pieno del lavoro, ma sono riuscita a ritagliarmi del tempo per leggere "Una possibilità" di B. J. Harvey edito Hope Edizioni
Non avevo ancora letto nulla di quest'autrice e spero di poter recuperare presto!


Trama: Dal momento in cui si sono guardati, Kenzie Sharp e Millen Ross non hanno più avuto scampo. L’attrazione fra di loro è stata inarrestabile. Fino a quando lui è sparito…
Tre mesi dopo, la vita di Kenzie ha ricominciato a scorrere serenamente e il rammarico per quell’occasione non vissuta appieno inizia a scomparire, ma poi Millen entra nel suo bar, al fianco di Lana Mason, e tutto sembra avere ancora meno senso.
Fra segreti da rivelare, inganni da smascherare, impegni da mantenere e ruoli da rivestire, Kenzie e Millen si troveranno a fare i conti con l’amore e a sperare che, alla fine, per loro ci sia… una possibilità.


Kenzie è una donna di trentadue anni determinata che non si fa scalfire e mettere in ginocchio dal primo che passa, ma è  difficile resistere quando la perfezione prende forma sotto il nome di Millen.

La connessione tra i due è impressionante e arriva diretta anche al lettore. Purtroppo però, le cose cambiano, i segreti rimangono celati e vivere con alcune consapevolezze è difficile. Il destino si mette in mezzo e Millen scompare dalla vita di Kenzie per ricomparire dopo tre mesi direttamente nel bar in cui lavora.

Non so cosa sia questa connessione intensa tra noi, e potrebbe avermi sorpresa ma, per capirla, devo capire l'uomo che c'è dietro.

Durante la lettura sono passata in un attimo dall'euforia alla tristezza. Il libro nel primo 40% ci riporta indietro di tre mesi. A quella conoscenza graduale, alla sfida negli occhi e la speranza nel cuore di volere qualcosa in più. Prima di riportarci con i piedi per terra, al presente, dove Millen torna a passo di carica e con una Kenzie che ha ancora più domande di prima. 

È un libro a tratti ironico e con un profondo sentimentalismo, ma se cercate una protagonista determinata e che non si piega al primo sfioramento di labbra questa non è Kenzie. Il loro rapporto è infatti un tiro alla fune e seppur Kenzie dimostri di essere matura il più delle volte, quando si tratta di Millen ogni buon proposito vola dalla finestra. 
Non essendo io una gran fan delle protagoniste senza spina dorsale, ho amato Kenzie nella prima metà del libro, diciamo nel passato, durante la conoscenza con Millen
Da circa il 70% comunque ho ben rivalutato entrambi e ho cercato di comprenderli il più possibile. 

Qualsiasi cosa sia questo legame che ci unisce, è indistruttibile. È una forza diversa da tutto ciò che ho provato prima. Più lo spingo via, più lui mi attira a sé. Ogni volta che siamo nella stessa stanza mi sento impotente, incapace di fermare ciò che entrambi sappiamo accadrà dopo.

Mi sarebbe piaciuto leggere il punto di vista di Millen che, dopo enormi sbagli, tira fuori la testa dalla sabbia. 
Non sono esattamente entrata in sintonia con nessuno dei due protagonisti, ma entrambi li ho trovati ben caratterizzati e ben riusciti. La storia seppur prevedibile mi è piaciuta e mi ha tenuto compagnia in queste afose serate.

È una storia d'amore contro ogni aspettativa che è stata capace di riempirmi il cuore di speranza. 

Lo consiglio se volete un libro leggero che non mancherà di farvi sorridere, innamorare di un presuntuoso arrogante che poi si riscopre dal cuore tenero e che vi farà anche un po' scaldare! 

Un'intesa fantastica. 
Una sintonia speciale.
La resistenza e le debolezze che combaciano.

Il mio voto:


sabato 13 luglio 2019

[Review Tour] "Quello che i bugiardi fingono" di Sara Ney: scoprite l'ultima novella della serie dei bugiardi.

Ed eccoci qui, alla terza e ultima novella della serie dei bugiardi di Sara Ney!

Pronti ?!


Prima di partire con la recensione però vediamo di che cosa si tratta.


Pagine: 121
Genere: Contemporary Romance 
Prezzo ebook: 2,99€
Data di uscita: 5 Luglio 2019 

Trama:


Cosa succederebbe se una persona che conosci appena ti chiedesse di fargli un favore? Del tipo... farti passare per qualcuno che in realtà non sei e questo senza chiederti nulla in cambio. Be’, nulla a parte qualche bugia e, forse, un cuore spezzato. Sei pronto a metterti in gioco e a essere definito “impostore”? Lo faresti davvero? Perché Daphne Winthrop l’ha fatto. E stai per scoprire come è andata a finire. 

Recensione:

La prima novella, quella di Greyson e Calvin, mi aveva colpita tantissimo e mi aveva spinta ad aspettare con ansia il secondo capitolo della serie. Tuttavia Tabitha e Collin mi avevano lasciata un po’ nel limbo, non convincendomi completamente. Ma “Quello che i bugiardi fingono” è… wow! Mi ha letteralmente conquistata. È sicuramente uno dei figli di Sara Ney che più preferisco in assoluto. In sole 121 pagine l'autrice ci racconta una storia intensa e avvincente. Con il filo conduttore della menzogna a fare da padrone come nelle altre due novelle, in questo scritto conosciamo due giovani meravigliosi, Daphne e Dexter. 

Daphne è una ragazza sicura di sé, bella, intelligente e anche un po’ nerd. È la classica ragazza che le donne vogliono essere e che gli uomini adorano. Però, a differenza di tutte le sue amiche, lei non è fidanzata. Si ritrova spesso a uscire da sola proprio perché le altre sono troppo impegnate con i loro innamorati. Ed è proprio durante una delle sue uscite  in solitaria al cinema che incontra Dexter. 

Dexter è un ragazzo timido, modesto e infinitamente dolce. Non gli passa nemmeno per la testa che una ragazza come Daphne possa innamorarsi di lui. Perciò quando le chiede di mentire per lui a causa di un malinteso con la sua famiglia non si fa false speranze. Non è possibile che la bella Daphne possa provare interesse verso di lui. 

Ma si sa, le bugie complicano sempre le cose e portano gli eventi ad evolversi in modo inaspettato. 

Sapete ormai cosa penso dello stile della Ney. Riesce a coinvolgermi con ogni suo scritto, grazia a personaggi carismatici e interessanti, storie semplici di giovani ragazzi che si innamorano nelle situazioni più diverse con i loro malintesi e con le loro insicurezze. È vero, l’intreccio narrativo non è mai particolarmente complesso, ma riesce ad essere comunque incredibilmente intrigante. Forse è proprio questa sua semplicità che mi piace così tanto. Punto di vista alternato vincente anche in questo caso perché mi ha permesso di innamorarmi alla follia di Daphne e Dexeter, così diversi ma allo stesso tempo così simili.

Questa, come le altre due novelle della serie, è auto-conclusiva. 
Decisamente perfetta per essere letta sotto l'ombrellone!

Per questo il mio voto è:

Jane

venerdì 12 luglio 2019

Review Tour: "Pretty Little Liars. The Perfectionist" di Sara Shepard

Buongiorno lettori!
Oggi ospitiamo una tappa del Review Tour dell'ultimo romanzo di Sara Shepard, Pretty Little Liars. The Perfectionist, uscito a maggio per DeA Planeta
Intrigante e sconvolgente, riuscirà a conquistarci come la serie principale?


Titolo: Pretty Little Liar. The perfectionist
Autore: Sara Shepard 
Genere: Young Adult
Casa editrice: DeA Planeta
Pagine: 300
Prezzo cartaceo: 16,00€
Prezzo e-book: 7,99€
Data di pubblicazione: 21 maggio 2019

Trama:
Non bisogna essere perfette per sembrare perfette. Lo sanno bene Ava, Caitlin, Mackenzie, Julie e Parker: cinque studentesse modello della Beacon Heights High che pensano di non avere nulla in comune... almeno fino al giorno in cui scoprono di condividere un piccolo, insignificante segreto. Tutte odiano la stessa persona: il bellissimo e arrogante Nolan Hotchkiss, che ha lasciato una cicatrice in ognuna di loro. Così, durante la lezione di storia del cinema, escogitano un piano per liberarsi di lui. È soltanto un gioco ovviamente, nessuna pensa di andare fino in fondo. Eppure, quando tra i corridoi della scuola inizia a circolare la scioccante notizia della morte di Nolan, avvenuta con le stesse identiche modalità da loro immaginate, le ragazze diventano le prime sospettate. Ma se tutte si dichiarano innocenti, chi è allora l'assassino? Cercare di scoprirne l'identità non sarà soltanto un disperato tentativo di scagionarsi dalle accuse, ma anche un modo per arrivare a guardare in faccia la terribile realtà: ciascuna di loro potrebbe essere la prossima a morire.

Pretty Little Liars è stata una di quelle serie tv che ho cominciato subito, appena uscita, colpita dalla trama, E non ho saputo resistere a questa nuova avventura.
Se volessi trovare una frase che riassuma la vita alla Beacon Heights High è questa:

le apparenze ingannano

Lo sanno bene le protagoniste di questa storia: Ava, Caitlin, Mackenzie, Julie e Parker, ognuna di loro nasconde un segreto, qualcosa che non vogliono far scoprire perché comprometterebbe l'immagine che il mondo ha di loro. E ognuna di loro si è ritrovata coinvolta nell'inattesa morte del ragazzo più odiato della scuola: un omicidio pianificato o un tragico imprevisto? 
Nessuno riesce a darsi una spiegazione, anche se molti, a tutti gli effetti, hanno un movente. Vessati e torturati da Nolan, studenti e professori si erano ritrovati a odiare quel ragazzo.


Una trama avvincente, ricca di colpi di scena e di personaggi le cui storie si intrecciano pagina dopo pagina. Questa moltitudine di personaggi mi ha fatto faticare non poco durante la lettura del romanzo: a parte i protagonisti e coloro che stavano loro accanto, a volte ho avuto la sensazione di perdermi tra i nomi! Ma devo anche dire che ognuno degli studenti e dei professori principali sono stati descritti e caratterizzati in modo unico, grazie alla loro diversità, ai loro pregi, alle loro insicurezze. 
Una storia che riesce a coinvolgere il lettore sin dalle prime pagine, facendolo entrare nei fatti, portando a vivere e sentire quello che provano le ragazze.


Mi sono sentita vicina a Parker e alle sue difficoltà, ho percepito il dolore e la frustrazione per un destino che non ha scelto, per delle reazioni che non riesce a comprendere e gestire. Ho provato tenerezza per Julie e la sua situazione familiare, il desiderio di volere qualcosa di positivo per la sua vita. Ed inutile dire che sono rimasta colpita da Mackenzie: adoro la musica e il fatto che lei sia una musicista mi ha subito portato ad esserle vicina.


Un romanzo davvero intrigante che mi ha fatto tornare nell'atmosfera inquietante e misteriosa della serie tv Pretty Little Liars. E già a metà della storia non vedevo l'ora di cominciare a vedere anche questa nuova avventura!
Una lettura consigliata dalla prima all'ultima pagina!

Voto:


Review Party: "Lui è Perfetto per me" di Natasha Madison - Something so #2

Buongiorno meraviglie!
Sono nel pieno delle letture per il Rare che si terrà a Roma tra nemmeno 3 mesi, per cui tra i recuperi dei libri usciti da un anno a questa parte e le nuove uscite sono in piena fase lettura!
Natasha Madison è stata una delle rivelazioni dello scorso anno, colei che mi ha avvicinato alla casa editrice Quixote e un'autrice che ritengo simpatica e solare oltre che bravissima!


TITOLO: Lui è perfetto per me
TITOLO ORIGINALE: Something so perfect
AUTRICE: Natasha Madison
SERIE: Something so #2
FORMATO: E-book e cartaceo
PAGINE: 301
DATA DI USCITA: 12 luglio 2019





Matthew
Sono stato preso nella mia prima squadra quando avevo diciassette anni, a diciotto ho giocato in prima linea, e mi hanno marchiato come il bad boy della NHL a diciannove. A ventitré sono stato buttato fuori dalla squadra e sono tornato a casa, a vivere con i miei genitori. Quando hanno bussato alla mia porta, mi hanno offerto un’occasione a cui non ho potuto rifiutare. Tutto quello che dovevo fare era dimostrare di aver imparato dai miei errori, quindi in nessun modo mi sarei dovuto innamorare di una ragazza dall’espressione imbronciata, anche se avrei voluto passare tutto il giorno a divorarle la bocca.

Karrie
Quando mio padre mi ha offerto il lavoro, non avevo idea che avrei dovuto badare a un giocatore della NHL. Voleva che fossi la sua accompagnatrice, la sua baby sitter strapagata. Pensavo che fosse uno scherzo, ma poi ho incontrato lui: Matthew Grant. Non mi aspettavo per niente che fosse un bad boy così speciale. Non è solo sexy, è anche arrogante, ma molto dolce, della serie “mi fai impazzire”.
In sostanza, ora che ha finito di rovinare la sua vita, ha deciso di stravolgere la mia.

Lei è la prima cosa che abbia mai voluto più dell'hockey.

Lui è il ragazzo che dovrei tenere alla larga da me.

Ma cosa succede quando una cosa che è iniziata così male, si trasforma in qualcosa di così perfetto?

Siete pronte a entrare sul ghiaccio con Matthew
Con Natasha Madison ci sono sempre delle certezze: 
Ragazzi sexy.
Battute ironiche.
Tensione sessuale a livelli stellari. 
Ovviamente, anche in questo, caso non ha deluso le mie aspettative. 

Se, come me, avete amato "Quello giusto per me" vi ricorderete di lui. Sono particolarmente affezionata a quel libro e alla storia di Cooper e Parker per cui appena ho saputo che usciva (finalmente) la storia di Matthew sono stata elettrizzata fino a quando non l'ho avuta tra le mani. 

Matthew dopo essere passato come ragazzo prodigio, ha avuto un crollo di carriera dovuto alle sue cattive abitudini. Donne e festini. Ed è proprio per questo che per il prossimo incarico gli viene affidato un collaboratore che lo controllerà e che vivrà con lui a stretto contatto per tenerlo sotto controllo. 
L'unico problema è che il collaboratore è Karrie. La bella e sexy Karrie. La dolce e determinata Karrie
"Non puoi semplicemente piombare nella mia stanza,"gli dico. "E se fossi stata nuda?" Mi porto una mano al petto per nascondere il battito del mio cuore, così rapido e tempestoso che lui potrebbe vederlo quasi uscire dalla cassa toracica.
"Si può solo sperare."È tutto quello che dice, andando verso il letto e sedendosi sopra. "Tesoro, vai a cambiarti, muoio di fame."

La Madison con la sua scrittura scorrevole e dinamica è anche riuscita a portarmi in campo e a farmi tifare. Come un buon sport romance dovrebbe essere, ci sono diverse azioni che ci portano in campo senza però annoiarmi. C'è stato un ottimo bilanciamento tra la relazione, la conoscenza, le battute irriverenti e sexy di Matthew e le prese di coscienza più intime. 
Lui mi piace, più di quanto vorrei ucciderlo. E questo potrebbe essere un problema.

Per quanto frivola sappiamo possano essere i romance ci insegnano sempre qualcosa. In questo caso vediamo la storia della vita di Matthew che si riscatta dopo tanti sbagli e delusioni. Una vita di tira e molla, di cedimenti e vittorie. Un amore nato da una scintilla e una passione scattata da uno sguardo. 
La cover è fantastica e gli epiloghi sono SUBLIMI!

Un romance che consiglio a tutte le amanti degli sport-romance, perchè Natasha è una delle poche che sa come farci appassionare all'hockey (e non per gli addominali degli atleti) e sa gestire benissimo la tensione sessuale e i maschi alfa. Se volete ridurvi con gli occhi a cuoricino, leggetelo!
Spero di leggere presto "Something So Irresistible" il terzo della serie che secondo me promette bene!

Il mio voto:


A presto!



giovedì 11 luglio 2019

FERRYMAN - Amore eterno di Claire McFall: retelling di un mito impossibile da perdere


Non poteva esserci clima migliore di questo caldo infernale, per presentarvi una nuova trilogia - da oggi sugli scaffali italiani - targata LainYa Fazi Editore.

La scorsa settimana, abbiamo letto in anteprima

FERRYMAN - AMORE ETERNO

facendo così la conoscenza della scrittrice scozzese Claire McFall, due volte vincitrice dello Scottish Book Prize e tradotta in ben quindici lingue!

Titolo: Farryman - Amore eterno

Autore: Claire McFall

Casa Editrice: Fazi Editore

Genere: Fantasy YA

Data d'uscita: 11 luglio 2019

N° pagine: 300

Prezzo: € 16,00
Trama:
Dylan ha quindici anni e quando una mattina decide di andare a trovare il padre, che non vede da molto tempo, la sua vita subisce un drastico cambiamento: il treno su cui viaggia ha un terribile incidente. Dylan sembrerebbe essere l’unica sopravvissuta tra i passeggeri e, una volta uscita, si ritrova in aperta campagna, in mezzo alle colline scozzesi. Intorno non c’è anima viva, a parte un ragazzo seduto sull’erba. L’adolescente si chiama Tristan e, con il suo fare impassibile e risoluto, convince Dylan a seguirlo lungo un cammino difficile, tra strade impervie e misteriose figure che girano loro intorno, come fossero pronte ad attaccarli da un momento all’altro. È proprio dopo essersi messi in salvo da questi strani esseri che Tristan le rivela la verità… lui è un traghettatore di anime che accompagna i defunti fino alla loro destinazione attraverso la pericolosa terra perduta.

A ogni anima spetta il suo paradiso, ma qual è quello di Dylan? L’iniziale ritrosia di Dylan e l’indifferenza di Tristan si trasformano a poco a poco in fiducia e in un’attrazione magnetica tra i due ragazzi che non sembrano più volersi dividere. Arrivati al termine del loro viaggio insieme, Dylan proverà a sovvertire le regole del suo destino e del mondo di Tristan, pur di non perderlo.




Leggere "Farryman - Amore eterno" senza pensare al mito di Caronte è un'impresa impossibile. Se spesso i retelling fanno storcere il naso o riescono ad annoiare il lettore già alle prime pagine, non è il caso di questa trilogia. Dimenticate gli inferi e il fiume Stige, il traghettatore 2.0 che ha permesso a Claire McFall di arrivare fino in Cina, indossa felpe con il cappuccio e ha dei magnetici occhi color cobalto.
Resistere a un bel sedicenne che ha il compito di proteggere la vostra anima, scortandola attraverso un paesaggio scozzese ricco di insidie, non è semplice, soprattutto se - come Dylan - siete una quindicenne in piena fase adolescenziale e in lotta con il mondo intero.

Ma perché una Scottish girl è costretta ad attraversare la landa scozzese sotto scorta?

La storia di Dylan e Tristan inizia con un incidente ferroviario e una fine.

Si sedette sul pendio della collina e aspettò.
Un altro giorno, un altro incarico. Davanti a lui un binario arrugginito spariva nelle buie profondità della galleria… il ragazzo non staccava gli occhi dall’apertura. Ma era un’attesa priva di tensione, la sua. Non provava alcun fremito d’eccitazione o d’interesse. La curiosità si era esaurita da un pezzo. Ora l’unica cosa importante era portare a termine il lavoro. Aveva occhi gelidi e impassibili.

Quando Dylan riesce ad emergere dalla galleria sotto la quale il suo treno ha avuto un incidente, ha un'unica convinzione: essere l'unica sopravvissuta... insieme ad un ragazzo che la sta scrutando dal pendio che guarda i binari.
La ragazza non ha idea di stare per intraprendere il suo ultimo vero viaggio e impiega un po' per comprenderlo, ma quando capisce di essere morta - con stupore del suo traghettatore - non pensa a ciò che ha lasciato sulla terra... ma a CHI lascerà, una volta superato il confine della terra perduta.

I dubbi di Dylan non riguardano l'aldilà, si fermano prima: per il ragazzo che sembra tenere alla sua vita molto più di se stessa, lei è l'ennesimo lavoro da portare a termine? Come farà a rimarginare la voragine che la squarcia dentro solo al pensiero di abbandonare Tristan? I suoi sentimenti sono corrisposti?

Mentre il traghettatore si batte a tutti i costi per mettere in salvo l'anima di Dylan, il viaggio della protagonista si rivela un vero e proprio "viaggio dell'eroe", pieno di ostacoli che solo se superati porteranno ad una crescita e ad un evoluzione del suo personaggio. Come una proiezione della fase adolescenziale che avrebbe dovuto vivere, nel suo personale miraggio scozzese, la ragazza si infatua di un coetaneo, se ne innamora e giura di fare di tutto per non separarsene.
Se Dylan è l'eroina di "Farryman - Amore eterno", il sedicenne Tristan è l'eroe personale della ragazza: temerario, impavido, guidato dal senso del dovere, riesce ad essere un'ottima spalla per una protagonista così resa forte dalla scoperta dell'amore.

Con una scrittura coinvolgente, incalzante, in grado di lasciare il lettore con il fiato sospeso di capitolo in capitolo, Claire McFall trasporta l'antico mito del traghettatore Caronte negli anni 2000, dando la possibilità ad una fascia di lettori - che, magari, non hanno ancora avuto nessun approccio con la letteratura classica - di approcciare in modo del tutto nuovo una storia vecchia di secoli.

Con le lacrime agli occhi per un finale... che non vi sveleremo, e in trepidante attesa di "Trespassers", il secondo capitolo della trilogia, vi lasciamo al nostro giudizio:







Follie Letterarie Casa Editrice torna con un altro titolo di Roxie Rivera: "Yuri. Her Russian protector #3".

"Non c’è niente su cui io non riesca a mettere le mani, se lo desidero, Yelena."

Non so voi cari lettori ma io sono eccitatissima all'idea di presentarvi un volume che aspettavo ormai da tempo!
Sto parlando de "Yuri. Her Russian protector #3" di Roxie Rivera. 
Se avete letto le mie recensioni dei precedenti due romanzi, "Ivan" e "Dimitri"  sapete bene quanto io smaniassi per l'annuncio di questa uscita letteraria.


Prezzo ebook: 4,99€
Data di uscita: 17 Luglio 2019

Trama:

Mentre tenta di scrollarsi di dosso un passato trascorso nei quartieri più malfamati di Houston, Lena Cruz giura a se stessa che non permetterà più a nessun uomo di esercitare del potere su di lei.
Figlia di un criminale incapace di mantenere le promesse e di una madre che l’ha abbandonata da piccola, Lena è convinta che l’amore possa renderla solo più vulnerabile, per questo si è sempre tenuta lontana dal provare certe emozioni… fino a quando non incontra Yuri.
Sexy come il peccato e dalla reputazione oscura, il miliardario Yuri Novakovsky è sopravvissuto a un’infanzia miserabile, segnata dalla povertà e dall’abbandono. Ora che è riuscito a costruirsi un impero, Yuri ama godere della propria ricchezza senza badare troppo alle conseguenze, finché non incontra Lena.
Quando il padre e il cugino della ragazza finiscono invischiati in una pericolosa operazione di furto d’arte internazionale, l’uomo non esita un secondo a mettersi in gioco per proteggere Lena, sfruttando il suo potere e i suoi agganci nel torbido mondo della mafia russa.
Ma il passato lo rincorre, mettendo in pericolo Lena e il rapporto che piano piano sta nascendo fra loro.
Yuro dovrà dimostrarle che è l’uomo di cui lei ha bisogno, un uomo di cui si può fidare e su cui può contare in ogni situazione, anche in quelle più rischiose.


Inutile dirvi che non vedo l'ora di recensirlo per voi!

Jane

mercoledì 10 luglio 2019

Review Party: "Matefinder. Il dono", primo volume della serie di Leia Stone

Buongiorno lettori!
Quest'oggi ospitiamo il Review Tour del primo volume di una serie che si prospetta davvero coinvolgente e appassionante: sto parlando di Matefinder. Il Dono di Leia Stone, uscito in questi giorni grazie a Hope Edizioni.


Titolo: Matefinder. Il Dono
Autore: Leia Stone
Serie: Matefinder Series #1
Genere: Paranormal Romance
Casa Editrice: Hope Edizioni
Pagine: 243
Prezzo: 16,90€
Prezzo: 3,99€
Data di pubblicazione: 5 luglio 2019

Trama:
Quando Aurora perde il controllo della sua auto, sulla strada verso Monte Hood, non sa che la sua vita sta per essere stravolta. Sarebbe morta se Kai, l’Alpha del branco locale, non l'avesse salvata, trasformandola. Sopravvissuta al cambiamento, la giovane donna, prima così lontana dal mondo soprannaturale, scopre di essere il Matefinder. Il suo dono è così raro da essere considerato una leggenda, preziosissimo per la sopravvivenza della sua specie. E non solo della sua specie… Un dono che è anche una condanna, perché altre creature, più pericolose, le daranno la caccia.

WOW.
Adoro le creature sovrannaturali, soprattutto i licantropi, e questo romanzo ha saputo soddisfare le aspettative che avevo. E' una storia avvincente, a tratti forse un po' troppo veloce e incalzante, ma che funziona dannatamente bene considerando che è solo il primo capitolo della serie.
La storia ruota attorno alle disavventure di Aurora, vittima di un incidente che le cambierà per sempre la vita. Da un giorno all'altro diventa un licantropo, sopravvivendo al morso dell'alpha del branco di Monte Hood e dando prova della grande forza di cui è dotata. Orgogliosa e fiera, non abbassa la testa di fronte a nessuno, pur di far valere quello che pensa, trovandosi a volte in situazioni scomode. Non sono riuscita ad adorarla da subito, l'ho trovata un po' troppo sopra le righe in alcuni punti, un po' troppo piena di sé, ma decisamente un personaggio che non vedo l'ora di approfondire man mano che la serie avanza. 


Insieme a lei c'è Kai, il lupo che decide di trasformarla, per salvarle la vita. Molto simile nel carattere, dimostra da subito il suo forte orgoglio e la determinazione accogliente con cui guida il suo branco. Diverso dagli alpha che abitualmente si incontrano, Kai presta molta attenzione ad ogni membro del branco, valorizzandolo, rispettandolo e proteggendo quelli che sono più deboli. Lui l'ho adorato da subito, dalle prime pagine del romanzo, fino alla fine. Non so perché, mi sono ritrovata a comprenderlo e a vivere con lui la frustrazione verso la testardaggine di Aurora, l'impotenza di fronte a qualcosa che non poteva controllare. E il grande amore, incondizionato, che provava per lei.
Mi è piaciuta tantissimo anche Emma: nonostante non sia dominante, ha una forza indescrivibile. Sempre pronta ad aiutare gli altri, non si dispera mai.


I personaggi sono ben caratterizzati, ognuno ha una propria particolarità e un determinato pregio che lo rende unico. In questo primo volume conosciamo in particolare i licantropi: il loro modo di vivere, l'unicità dell'amore che provano verso il compagno e la compagna. Cominciamo anche a conoscere le streghe, grazie al personaggio di Sylvia, e la loro propensione per l'equilibrio. E incontriamo i vampiri, creature spregevoli, con una connotazione unicamente negativa. 
La narrazione inizia lentamente, ma presto lascia spazio all'incalzare degli avvenimenti che si susseguono uno dopo l'altro, rendendo davvero difficile non lasciarsi coinvolgere dalla storia.


Una storia da non lasciarsi sfuggire per chi ama il genere paranormale e il lieto fine. 
E se vi piacciono anche le serie tv a tema, non dovete perdervi Bitten, disponibile su Netflix: man mano che leggevo questo romanzo è stato inevitabile tornare con la mente ai loro personaggi! 

Voto: