martedì 11 settembre 2018

[Blog Tour] Cinque motivi per leggere "La luce che resta" di Evita Greco

Hola readers! In questo secondo appuntamento di oggi nessuna nuova recensione, non vi parlerò dei pro e dei contro di un nuovo titolo... ma farò di meglio!


Il mio compito in questo Blog Tour sarà quello di fornirvi

CINQUE OTTIMI MOTIVI 
per leggere "La luce che resta" di Evita Greco; ringrazio, prima di tutto, la casa editrice Garzanti per avermi concesso la possibilità di riceverlo in anteprima.


But let's move on this new book!

Titolo: La luce che resta
Autore: Evita Greco
Casa Editrice: Garzanti
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 288
Uscita: 12 Settembre 2018
Prezzo: 17.90

Trama:
Carlo come ogni giorno è sullo stesso treno. Non è lì per andare a lavoro. È lì per seguire sua madre che, in quel breve lasso di tempo, rivive il ricordo a lei più caro: un viaggio in moto, con il vento tra i capelli, stretta a quello che sarebbe diventato l'uomo della sua vita. Carlo è lì per proteggerla, per prendersi cura di lei. Come lei non è riuscita a fare, ma come lui fa da quando era bambino. A trent'anni la sua vita è come bloccata, incapace di andare avanti, ancorato alla figura di sua madre. Fino al giorno in cui, su quello stesso treno, Carlo incontra una donna, Cara, e la sua bambina. Qualcosa di magico le unisce. Un linguaggio unico fatto di storie raccontate, di risate, di gesti semplici. Tutto quello che Carlo non ha mai vissuto e che fa nascere in lui il desiderio di far parte di quell'amore. A mano a mano che i tre si avvicinano, i sentimenti sepolti nel cuore di Carlo vengono di nuovo in superficie. Sentimenti difficili da ascoltare. Eppure, grazie alla dolcezza di Cara e di sua figlia, l'uomo fa finalmente i conti con sua madre e con la sua infanzia che l'ha fatto diventare l'uomo che è ora, con pregi e difetti. Ma soprattutto Carlo scopre un segreto sepolto nel passato della sua famiglia. Un segreto che come una crepa aprirà un varco nella sua anima per permettere alla luce di brillare ancora.

Per questo evento mi hanno chiesto di pensare a CINQUE MOTIVI per leggere "La luce che resta" e io, credetemi, ci ho pensato fin da subito. Dalle prime pagine, quando ho conosciuto le storie che legano i personaggi ad un unico filo. Ci ho pensato mentre leggevo di Carlo, di Marco e Filomena, di Cara e Vita. Per tutto il tempo non ho smesso di cercare altri quattro motivi forti quanto il primo, che pervade l'intera storia: L'AMORE.
L'amore che lega Cara alla figlia, che la spinge a fare mille sacrifici, e che lei stessa vuole trasferire in una coperta fatta di ricordi. L'amore che prova Marco per la moglie, forte ed intenso, capace di oscurare una realtà fatta di dolore. E l'amore di Carlo, quasi bloccato in un loop temporale per tentare il tutto per tutto, per salvare la madre da qualcosa che la sta allontanando sempre di più dalla realtà e da lui.

Se leggete di tutto quest'amore, vi sarà impossibile non essere attratti quasi contemporaneamente da qualcos'altro. Sin dalle prime pagine de "La luce che resta" comprenderete che esiste un secondo motivo per il quale non starete perdendo il vostro tempo dietro un romanzo qualunque. LA FORZA INTERIORE che spinge ogni personaggio, in modo quasi ostinato ad andare avanti, per un altro essere umano e non per sé stesso. Una forza che muove l'intero romanzo e fa evolvere l'intera storia.

Dopo due grandi motivi, quelli che seguiranno tenderanno ad essere tre consigli in anteprima da una blogger che non è avvezza al genere e da una persona quantomai lontana all'idea di avere una famiglia (almeno per i prossimi cento anni).

Se avete bisogno di un libro che vi racconti una storia reale, priva di filtri ed inutili stereotipi, dovete leggere "La luce che resta".

Se avete bisogno di un libro che vi insegni cosa vuol dire amare incondizionatamente un'altra persona, mettendo questa sempre e comunque al primo posto e prima del resto del mondo, dovete leggere "La luce che resta".

Se avete bisogno di un libro che vi faccia comprendere quanto conti non perdere mai la speranza, e soprattutto che prima o poi un pizzico di felicità, anche solo un istante arriva per tutti, dovete leggere "La luce che resta".

Io l'ho già fatto e ringrazio Evita Greco e la casa editrice Garzanti ancora una volta...

XOXO
Virginia

Nessun commento :

Posta un commento